• Google+
  • Commenta
11 agosto 2011

Mostra degli studenti del Suor Orsola Benincasa

La scelta di allestire la mostra in un luogo di passaggio per decine di migliaia di turisti ogni anno non è casuale: «Siamo lieti di poter ospitare nella nostra struttura una mostra di cosi grande rilevanza artistica e sociale – ha sottolineato Nicola Coccia, presidente di Terminal Napoli Spa – anche perché l’iniziativa del Suor Orsola Benincasa si sposa con la nostra filosofia di fare della Stazione Marittima, in generale, e della Galleria del Mare, in particolare, un centro aperto alla città intera, dove incontrarsi, confrontarsi, rilassarsi nel cuore di Napoli e a due passi dal mare».

Cinquanta sagome umane animeranno fino al 18 settembre la Galleria del Mare della Stazione Marittima di Napoli, inaugurata lo scorso 6 aprile e punto di snodo principale per i crocieristi che ogni anno visitano la città.

La mostra «Kuros Ludico» è un progetto collettivo che hai coinvolto gli studenti del liceo artistico dell’Istituto Scolastico Suor Orsola Benincasa che hanno dato vita alle sagome di forme, contenuti e messaggi incentrati sul tema dell’uomo ludico: le cinquanta opere esposte sono state selezionate dal critico d’arte Maria Corbi.

Nel corso dell’inaugurazione il dirigente dell’istituto scolastico Lucio D’Alessando ha sottolineato che «le sagome vogliono offrire ai cittadini napoletani ed ai tanti turisti di passaggio, grazie alla molteplicità delle soluzioni proposte, dei colori, delle tecniche e dei materiali impiegati, un’immagine della città di Napoli ben diversa da quella negativa troppo spesso alla ribalta per le varie emergenze che affliggono la città e per gli spregevoli episodi di cronaca nera anche in danno dei turisti».

La scelta di allestire la mostra in un luogo di passaggio per decine di migliaia di turisti ogni anno non è casuale: «Siamo lieti di poter ospitare nella nostra struttura una mostra di cosi grande rilevanza artistica e sociale – ha sottolineato Nicola Coccia, presidente di Terminal Napoli Spa – anche perché l’iniziativa del Suor Orsola Benincasa si sposa con la nostra filosofia di fare della Stazione Marittima, in generale, e della Galleria del Mare, in particolare, un centro aperto alla città intera, dove incontrarsi, confrontarsi, rilassarsi nel cuore di Napoli e a due passi dal mare».

Pablo Arturo Di Lorenzo

Google+
© Riproduzione Riservata