• Google+
  • Commenta
27 settembre 2011

Poca seratonina influisce sul nostro umore

Esistono cibi per controllare la calma e l’aggressività. Alcuni nutrimenti sono necessari per tenere alto l’umore, altri invece tendono ad abbassarlo.
E’ quanto è emerso da ricerca dell’Università di Cambridge in cui tra i ricercatori emerge l’italiano Luca Passamonti del CNR di Catanzaro, capoluogo della regione Calabese.

La seratonina, un neurotrasmettirore, regolerebbe la calma. Difatti, secondo questa ricerca, i cui esiti sono stati pubblicati su Biological Psychiatry, andrebbe ad agire sul nostro umore quando la seratonina nel nostro cervello diminuisce.

Accade in situazioni in cui nella nostra dieta non assumiamo triptofano, l’amminoacido che serve a produrre la seratonina. Un altro caso in cui il nostro umore potrebbe oscillare è quando saltato il pranzo arriviamo affamati alla cena. L’oscillamento di seratonina, secondo Passamonti, potrebbe renderci più irascibili in quanto è una sostanza atta a controllare l’aggressività.

Per condurre la ricerca è stato effettuato un esperimento, predisponendo un gruppo di volontari ad assumere amminoacidi in cui non era presente triptofano in determinate ore, e dando alimenti con triptofano in altri momenti diversi della giornata.

Successivamente sono stati fotografati i loro volti alla visione di alcuni visi con facce tristi, arrabbiate o neutre monitorando con la risonanza magnetica le risposte e le reazioni del loro cervello.

Assumere poca serotonina ha dimostrato che le comunicazione tra le aree del sistema limbico emozionale e i lobi frontali sono scarse, rendendo più forti gli impulsi emotivi della rabbia.

Anche se questi risultati arrivano da volontari sani – ha affermato Passamonti sono importanti per una vasta gamma di disturbi psichiatrici in cui la violenza è un problema comune. Per esempio, possono aiutare a spiegare i meccanismi cerebrali di un disturbo che espone a incontrollabili esplosioni di violenza“.

Danilo Ruberto

Google+
© Riproduzione Riservata