• Google+
  • Commenta
25 ottobre 2011

150 anni di sport al femminile

Un libro per celebrare 150 anni di sport al femminile attraverso le immagini. Questo l’intento del volume «Sport e stile», edito da Skira, e coordinato dal centro Mic «Moda immagine e consumi» dell’Università statale di Milano diretto da Emanuela Scarpellini, docente di storia sociale dello spettacolo allo stesso ateneo.

Il volume, che si inserisce nelle celebrazioni per i 150 anni dell’unità d’Italia, racconta di donne senza alcuna restrizione geografica, e presenta testi davvero interessanti, in italiano ed in inglese, che accompagnano il lettore in un percorso ricco di immagini attraverso l’evoluzione dei costumi e della società.

Si viaggia a ritroso nel tempo sino al 1910 accanto a due giocatrici di tennis presso un circolo sportivo di Genova, una foto mostra due bagnanti sulla spiaggia di Viareggio agli inizi del XX secolo. Si torna poi ai giorni nostri con uno scatto raffigurante Francesca Piccinini mentre serve a pallavolo ai quarti di finale delle Olimpiadi di Atene del 2004, e con Josefa Idem immortalata ai Giochi olimpici di Berlino nel 2008.

Con l’intento di abbattere tutti i pregiudizi ancora rimasti, gli autori, Maria Canella, Sergio Giuntini e Marco Turinetto, con una documentazione fotografica davvero notevole, ci spiegano come lo sport femminile sia diventato nel tempo fenomeno sociale ed oggetto d’ammirazione da parte del grande pubblico, seguendo un filo cronologico indagatore e mai sazio di curiosità.

La sciatrice Deborah Compagnoni, la ginnasta Olga Korbut e la tuffatrice Tania Cagnotto sono solo alcuni dei nomi di atlete che, insieme ad una folla di giovani e avvenenti sconosciute appartenenti a diverse epoche in tradizionali costumi sportivi, affollano il libro.

Come si è emancipato il mondo femminile? Come si è evoluto il modo di raccontare in immagini lo sport in rosa? Come si è passati dalle pose statiche delle foto d’epoca alle scattanti forme delle atlete di oggi immortalate nel momento del massimo sforzo atletico? Ed inoltre, quanto hanno influito le innovazioni tecniche in campo sportivo sulle prestazioni agonistiche delle donne? Questo e tanto altro viene esplicato tra le pagine del volume che non mancherà di appassionare tutti gli amanti dello sport, uomini e donne.

Gabriele di Grazia

Google+
© Riproduzione Riservata