• Google+
  • Commenta
13 ottobre 2011

Ancora un riconoscimento per la ricerca portata avanti all’UniCal

Gli atenei del meridione, come fucina di talenti in ogni campo di studio.

Da Bari a Sassari, da Foggia a Catania, sono sempre maggiori i riconoscimenti di cui si possono fregiare i diversi studiosi, docenti, dottorandi e ricercatori dei diversi atenei del sud Italia.

Come ultimo riconoscimento – ma ultimo soltanto a livello cronologico – merita di essere ricordato, quello attribuito alla Dott.ssa Fabiana Zolea dottoranda presso il laboratorio di Biologia Applicata diretto da Prof. Vincenzo Pezzi del Dipartimento Farmaco-Biologico, la quale, ha ricevuto il premio per la migliore comunicazione orale presentata al XIII Congresso dell’Associazione Italiana di Biologia Genetica generale e Molecolare (A.I.B.G.). Il Congresso, che si è tenuto a Padova da 30 settembre al 2 ottobre 2011, ha registrato la partecipazione di oltre 200 ricercatori italiani appartenenti al settore scientifico della Biologia Applicata.

I dati sperimentali presentati dalla Dott.ssa Zolea hanno chiarito alcuni dei meccanismi molecolari alla base della patogenesi del carcinoma surrenalico, un tumore raro ma estremamente aggressivo e con prognosi infausta di cui allo stato attuale non si conosce una terapia efficace.
Il lavoro presentato dalla Dott.ssa Zolea è parte di un progetto di ricerca che si propone di effettuare gli studi pre-clinici necessari par la messa a punto di una nuova terapia farmacologica specifica per la cura di questa terribile patologia. Il progetto prevede la partecipazione di diversi ricercatori dell’Unical e di altri prestigiosi atenei italiani (Roma La Sapienza, Padova, Ancona) ed è coordinato dal Prof. Vincenzo Pezzi e finanziato dall’Associazione Italiana per la ricerca sul Cancro (AIRC).

Grande soddisfazione per tale riconoscimento traspare dalle parole del del Dipartimento Farmaco-Biologico Prof. Marcello Maggiolini ed il Prof. Sebastiano Andò Preside della Facoltà di Farmacia Scienza della Nutrizione e della Salute.

“La ricerca ontologica, sostiene quest’ultimo, è svolta in maniera efficace dagli studiosi del nostro ateneo. La bontà di questo immane ma costante lavoro è riconosciuta anche a livello internazionale”.

Marco Cristofaro.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy