• Google+
  • Commenta
14 ottobre 2011

La startup calabrese “NOTREDAM” vincitrice dell’edizione 2011 di “Cervelli in movimento”

Nonostante la penuria di mezzi e strumenti e la completa indifferenza del mondo politico per la ricerca, il Sud si conferma terra di eccellenza nel “partorire” menti in grado di competere a livello internazionale. Il concorso “Cervelli in movimento” è nato proprio per questo: stimolare la ricerca e l’imprenditorialità tecnico-scientifica del Meridione.

La NOTREDAM, azienda calabrese in fase di sviluppo, ha vinto l’edizione 2011 di questo importante “executive training program” (così viene definito “Cervelli in movimento” dalla associazione no-profit che lo organizza, la “Bridges to Italy”): e questo dopo l’attenta analisi di una giuria di altissimo livello, composta da Sandra Savaglio (astrofisica calabrese di fama mondiale), Toni Volpe (presidente di Enel Nord America), Francesco Lanza (anche lui calabrese, esperto in nanotecnologie presso la University of California) e vari investitori della Tech Coast Angels (azienda che si occupa di high tech e che negli ultimi anni ha investito 170 milioni di dollari, consentendo l’avvio dell’attività per centinaia di startup).

La premiazione avverrà il 14 ottobre, presso l’Istituto Italiano di Cultura di Los Angeles, alla presenza del Console Generale d’Italia, Giuseppe Perrone, e vari imprenditori italiani e statunitensi del campo delle energie rinnovabili.

La NOTREDAM (NuOvi subsTRati pEr lo sviluppo di Dispositivi elettro-ottici flessibili Autosufficienti da impiegare nel settore del risparMio Energetico) è presieduta, in qualità di rappresentante legale e amministratore unico, dal dr. Marco Castriota, laureato in Chimica e dottore di ricerca in “Scienze e Tecnologie delle Mesofasi e dei Materiali Molecolari”. Il dr. Castriota ha al suo attivo 40 pubblicazioni su riviste scientifiche e 40 contributi a vari congressi scientifici. E’ inoltre attualmente assegnista di ricerca presso il dipartimento di fisica dell’Unical.

La startup presieduta da Castriota ha convinto la giuria di “Cervelli in movimento” col progetto “Smartlayercal”, una nuova proposta per l’isolamento termico degli edifici, composto da materiali elettrocromici, flessibili ed energeticamente autosufficienti. Questa nuova tecnologia, controllabile tramite Wi-Fi, consentirà un risparmio energetico del 30 % e potrà essere applicato sia su edifici nuovi sia su strutture già costruite.

L’opportunità offerta a NOTREDAM è unica: Castriota e il suo staff avranno la possibilità di mostrare il loro ottimo lavoro a moltissimi potenziali investitori e dimostrare che il Sud Italia non è solo disoccupazione, povertà e criminalità, ma anche e soprattutto menti di altissimo livello, creatività e spirito di iniziativa: qualità che purtroppo sempre più raramente vengono incentivate.

Alberto De Luca

Google+
© Riproduzione Riservata