• Google+
  • Commenta
14 ottobre 2011

La tutela della salute tra, diritti, doveri e responsabilità

“La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti” Art 32 comma I Cost.

Una norma basica di tutto l’apparato costituzionalistico moderno.

Mi sono limitato a citare soltanto il comma iniziale (l’art 32 si compone di 2 commi), perchè già da queste poche righe si può capire, come e perchè il nostro legislatore appronti una simile tutela ad un tale diritto.

La salute è un diritto individuale a valenza collettiva. Proprio perchè a giovarsene sono sia i singoli che la collettività.

Una persona, prima ancora che essere definito lavoratore, ed indipendentemente dalla sua qualifica specifica, se si “mantiene in salute” contribuisce al progresso della società e di conseguenza rappresenta un punto cardine ed una “spalla sicura” per il resto dei consociati.

Oggigiorno però si evidenziano profili di responsabilità su questo tema; non sempre è possibile essere a riparo da tutti gli eventi che possono minare tale diritto.

Quali sono allora i rimedi che il tanto famoso “uomo medio” può utilizzare?

Non credo sia sufficiente la diligenza generica che, è spesso riferita ai metodi lavorativi.

I rimedi sono collegati ai profili di responsabilità; anzi a ben vedere essi rappresentano le due facce di una stessa medaglia.

In che modo può evidenziarsi il profilo di responsabilità quando si parla di salute?

Domanda sacro santa, alla quale si dibatterà nel prossimo 14 ottobre all’università degli studi del Sannio di Benevento.

Numerosi saranno gli esperti e gli studiosi che si dibatteranno su tale tema.

Filippo Bencardino rettore dell’ateneo beneventano presenta così l’evento: “E’ da tanto che desideravo realizzare una simile giornata nel nostro ateneo. Il tema che catturerà la nostra attenzione è sempre presente nella vita di tutti i giorni. Una problematica che verrà affrontata a 360 gradi dagli esperti che hanno aderito a questa giornata“.

Il programma completo è sul sito dell’università di Benevento.

Marco Cristofaro

Google+
© Riproduzione Riservata