• Cacciatore
  • Gnudi
  • Alemanno
  • Napolitani
  • De Leo
  • Califano
  • Leone
  • Miraglia
  • Grassotti
  • Coniglio
  • Santaniello
  • Bruzzone
  • Crepet
  • Buzzatti
  • Romano
  • Dalia
  • Casciello
  • Barnaba
  • Paleari
  • Pasquino
  • Ward
  • Gelisio
  • De Luca
  • Bonetti
  • Baietti
  • di Geso
  • Liguori
  • Catizone
  • de Durante
  • Ferrante
  • Algeri
  • Meoli
  • Chelini
  • Rinaldi
  • Falco
  • Rossetto
  • Mazzone
  • Valorzi
  • Quaglia
  • Quarta
  • Andreotti
  • Bonanni
  • Antonucci
  • Cocchi
  • Scorza
  • Romano
  • Carfagna
  • Boschetti
  • Tassone

Lo sport a Roma Tre: conferenza sulla sicurezza negli impianti sportivi

13 Ottobre 2011
.
27/01/2022

Ottavo e ultimo appuntamento del ciclo itinerante “In Facoltà, per sport”, organizzato dall’Ufficio Iniziative Sportive dell’Università degli Studi Roma Tre.



365 giorni esatti dopo la prima conferenza-dibattito, chiude con un bilancio altamente positivo di pubblico universitario e di consenso mediatico un anno di incontri sugli aspetti più scottanti e per certi versi meno esplorati dello sport.

Il tema dell’ultimo convegno è uno dei più delicati in assoluto: mercoledì 19 ottobre 2011 alle ore 15 presso l’Aula Ersoch della Facoltà di Architettura, via Aldo Manuzio 72, “La sicurezza negli impianti sportivi”.

A trattare un argomento di tale drammatica attualità, un parterre di particolare competenza: architettonica, politico-sociale, umana.

Partecipano:

-* Francesco Bianchi (docente fac. di Architettura): “Il concetto architettonico di sicurezza applicato allo sport””
-* Luca Manes (Responsabile della comunicazione della Ong CRBM ed esperto di calcio inglese): “Il modello inglese per la sicurezza negli stadi dopo le stragi negli anni ’80”
-* Delia Santalucia (Presidentessa Associazione “Alessandro Bini”): “Impianti sportivi: fatalità o negligenza?”
-* Mario Brozzi (medico e consigliere Regione Lazio, vicepresidente Commissione Sport, Cultura e Spettacolo): “Sport e sicurezza degli impianti: binomio imprescindibile per la formazione etico-sportiva e il rispetto della vita”.

© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata