• Google+
  • Commenta
14 ottobre 2011

Problemi nel portale dell’Ateneo Aldo Moro di Bari

Quando si apre un anno accademico nuovo sorgono problemi come la difficoltà di muoversi e di entrare nel pieno ritmo delle attività del proprio corso di laurea, specialmente per le matricole che devono fare i conti con un mondo nuovo che non conoscono, ma che devono conoscere.

Le matricole dell’Università di Bari hanno segnalato a chi di dovere alcuni problemi sorti nel reperire le informazioni necessarie per tasse, guide degli studenti, immatricolazioni e quant’altro. Nell’epoca di internet, negli ultimi dieci anni in modo particolare, i siti web degli atenei sono diventati il mezzo per accedere a tutte le news e informazioni di ateneo. Ma l’università pugliese sembra che non abbia aggiornato il sito ed è quasi impossibile accedere alle notizie che si cercano.

«È vero, il problema esiste ma stiamo lavorando per risolverlo» è quanto confermato da uno dei docenti dell’Aldo Moro, il professor Stefano Bronzini. La rappresentante degli studenti intanto ha comunicato che il problema persiste da anni, e di volta in volta viene promesso di aggiornare il sito, contenente le informazioni, alla vigilia di ogni anno accademico :

«Abbiamo fatto qualche passo avanti nella comunicazione via web, come dimostra la pubblicazione della guida alle immatricolazioni e alle iscrizioni on line, ma non basta» sono le parole di Laura De Marzo, rappresentante degli studenti nel senato accademico, dell’associazione Azione universitariasono anni che denunciamo i disagi degli studenti a causa della carenza di informazioni eppure il regolamento didattico prescrive che siano disponibili prima dell’inizio delle lezioni».

Il primo problema che è saltato ai nostri occhi nell’accedere al sito dell’Università di Bari è che su 12 facoltà presenti in ateneo solamente le facoltà di Economia, Farmacia, Medicina e Veterinaria hanno un portale interno.

I problemi sono sorti anche nel cercare gli orari per i corsi della facoltà di giurisprudenza e scienze della formazione :

«A Giurisprudenza i programmi sono reperibili accedendo ai siti dei dipartimenti, i quali non sono tutti funzionanti, mentre sul sito della facoltà non se ne trova traccia – ad affermarlo è Gianmatteo Vulcano, rappresentante degli studenti dell’associazione Link – Abbiamo caricato sulla nostra pagina Facebook un file inviatoci dagli uffici ma inspiegabilmente mai messo in rete, contenente gli orari di lezione ed i programmi».

Il disservizio, secondo il professor Bronzini, potrebbe essere sorto per il trasferimento delle singole facoltà sotto il dominio del portale centrale dell’Università :

«Riguardo alla mancanza delle guide dello studente – ha spiegato- verificherò cos’è accaduto e risolverò al più presto il disservizio, mentre la mancata pubblicazione dei programmi di esame o di altre notizie didattiche, è chiaro che dipende dalla sensibilità dei professori».

Danilo Ruberto

Google+
© Riproduzione Riservata