• Google+
  • Commenta
29 ottobre 2011

Unisa: “L’udito, l’uomo ed i progressi della tecnologia”

Negli ultimi decenni, i problemi legati all’udito sono incredibilmente aumentati, dimostrando così che la sordità è ormai il più frequente danno sensoriale nella specie umana.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), infatti, afferma che 441 milioni di persone al mondo hanno una perdita d’udito uguale o maggiore di 25 dB nell’orecchio migliore e ben 278 milioni soffrono di sordità grave.

L’incremento di tali dati è notevole; secondo gli studiosi ciò è dovuto non solo all’allungamento della vita media, ma è anche causato dai rumori ambientali cui siamo sottoposti quotidianamente – traffico veicolare, abuso di riproduttori musicali, discoteche ecc.

Purtroppo, però, la problematica in questione non viene presa in considerazione dai media, o almeno non abbastanza da diffondere le nuove scoperte scientifiche a riguardo – diagnosi più sofisticate e cure mediche, chirurgiche o protesiche, in primis.

Per quanto riguarda il nostro Paese, l’Italia è addirittura arretrata rispetto alle altre nazioni dell’UE, soprattutto sul piano delle protesi acustiche, in quanto solo un terzo dei pazienti affetti da problematiche dell’udito le utilizza, beneficiando delle avanzatissime tecnologie che continuano a migliorare notevolmente.

Per tali motivi, il 5 novembre avrà luogo, presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi di Salerno, un convegno internazionale intitolato “L’udito, l’uomo ed i progressi della tecnologia”, che affronterà i problemi della diagnosi precoce dei disturbi dell’udito, delle protesi acustiche ed impianti cocleari, in continuo miglioramento, e dello stato della terapia con cellule staminali.

L’evento vedrà, tra i celebri relatori che parteciperanno, la prima presenza a Salerno del Prof. Ettore Cassandro, docente di Otorinolaringoiatria ed Audiologia della Facoltà di Medicina dell’Ateneo salernitano, nonchè responsabile di un programma di sviluppo diagnostico e terapeutico nel campo della sordità, delle vertigini, degli acufeni, della protesizzazione acustica ed impianti cocleari presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria S. Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno.

Il fine di questo importante convegno internazionale, dunque, è proprio quello di diffondere una maggiore consapevolezza riguardo i problemi dell’udito, di modo che i pazienti affetti da sordità possano non solo giovare delle cure mediche più avanzate, ma anche vivere in una società capace di ridurre le difficoltà che questa problematica comporta a livello comunicativo.

Bianca Crivelli

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy