• Google+
  • Commenta
28 ottobre 2011

UniSs: La Sardegna nel mondo mediterraneo

Ieri mattina, presso l’Aula Magna dell’Università di Sassari, è iniziata la due giorni del Convegno dal titolo “La Sardegna nel mondo Mediterraneo – Paesaggi, ambienti, culture, economie nel quadro di una nuova possibile geografia”. L’evento è stato organizzato dal Dipartimento Teorie e Ricerche dei Sistemi Culturali per ricordare la figura del prof. Pasquale Brandis.

Nella giornata di oggi, il Convegno è proseguito nell’Aula Umanistica della Facoltà di Lettere e Filosofia. In quest’occasione è stata scoperta una targa in memoria del prof. Brandis.
Al Convegno, moderato dal prof. Giuseppe Scanu, sono intervenuti Attilio Mastino, Rettore dell’Università di Sassari, Vinicio Tedde, in rappresentanza dell’Amministrazione comunale di Sassari, Alessandra Giudici, Presidente della Provincia, Angelo Castellaccio, Vicepreside della Facoltà di Lettere e Filosofia, Giulia Pissarello, Preside della Facoltà di Lingue, Enrico Grosso, Preside della Facoltà di Economia e Commercio e Maria Margherita Satta, Direttore del Dipartimento di Teorie e Ricerche dei Sistemi Culturali.

Pasquale Brandis è scomparso il 26 ottobre del 2010, geografo dell’Università di Sassari, indiscusso iniziatore della locale scuola di geografia, Preside prima della Facoltà di Magistero e poi per ben due mandati della Facoltà di Economia.

Gli allievi del prof. Brandis, riconoscendo appieno l’operato dell’ideatore della scuola geografica sassarese, hanno voluto ricordare l’impegno e la dedizione del loro maestro, dedicandogli questo convegno che riprende il tema di quella fortunata serie da lui promossa: “La Sardegna nel mondo mediterraneo”.

Durante gli interventi si sono ricordate le doti di geniale intuizione del prof. Brandis, che si è sempre distinto per le sue particolari capacità organizzative in campo universitario, promuovendo eventi scientifici i cui risultati sono tuttora ben vivi nella memoria accademica. Inserito perfettamente, e con lui la sua scuola, in un percorso in evoluzione e alla ricerca di nuovi stimoli scientifici, ha differenziato e ampliato il campo degli studi, per dedicarsi, negli ultimi anni della sua attività scientifica, all’analisi di tematiche significative per la delineazione dei nuovi scenari basati sulla sostenibilità e sulla competitività dei territori.

Pasquale Brandis, come ha ricordato il prof. Scanu, è stato un maestro particolarmente abile nel cogliere i fermenti innovatori della disciplina e nel tradurli in eventi di vasto interesse che trovano testimonianza nei volumi di atti dei convegni da lui organizzati.

Fra tutte le iniziative scientifiche promosse dal Maestro, emerge la serie di convegni dedicata a “La Sardegna nel mondo mediterraneo”, che in 14 volumi pubblicati fra il 1981 e il 2001, racconta un periodo di grandi evoluzioni nella ricerca geografica producendo nel contempo un significativo apporto alla conoscenza di aspetti e problematiche territoriali della Sardegna.

Google+
© Riproduzione Riservata