• Google+
  • Commenta
21 novembre 2011

Unimore: fattorie sociali

L’agricoltura del nuovo millennio è sociale e si organizza per un cambiamento delle sue tradizionali modalità in un network di aziende del settore – la Rete della Fattorie sociali – di cui si parlerà in un incontro organizzato dall’ Università degli studi di Modena e Reggio Emilia e da ECLT – European Centre for Living Technology di Venezia. A intervenire il dott. Alfonso Pascale, Presidente della Rete Fattorie Sociali. L’appuntamento è fissato per lunedì 21 novembre a Modena.

L’aggettivo sociale è indubbiamente una delle parole chiave del nostro tempo e anche il mondo agricolo assume oggi questo aggettivo.

Di agricoltura sociale si parlerà nell’incontro nato dalla collaborazione fra il Dipartimento di Economia Politica dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia e ECLT – European Centre for Living Technology di Venezia, “L’agricoltura sociale nell’esperienza della Rete Fattorie Sociali”, previsto per lunedì 21 novembre 2011 alle ore 15.45 presso l’Aula 2 della Facoltà di Economia Marco Biagi (via Berengario, 51) a Modena.

A intervenire in questo incontro, aperto a studenti, docenti e a tutti coloro che operano nell’ambito agroindustriale, sarà il dott. Alfonso Pascale, Presidente e fondatore della Rete Fattorie Sociali, una rete di agricoltori, operatori sociali e culturali, ricercatori, dirigenti di cooperative e di associazioni che punta a mettere in pratica un’agricoltura responsabile, attenta all’impatto sull’ambiente che valorizzi, fra le altre cose, le aree rurali, incentivando le produzioni agricole, il consumo critico e sostenendo la ricerca.

Per affrontare i temi dell’agricoltura sociale, farne emergere potenzialità, problematiche e criticità relativamente al territorio dell’Emilia Romagna, seguirà un workshop introdotto dal dott. Pascale per ricercatori ed operatori “Come sperimentare un progetto di agricoltura sociale: soggetti, risorse e percorsi partecipativi”

Alfonso Pascale

E’ il fondatore della Rete Fattorie Sociali, di cui è attualmente presidente. Ha collaborato su questo tema con l’Istituto Nazionale di Economia Agraria per cui ha curato numerose pubblicazioni. E’ stato in precedenza vicepresidente nazionale della Confederazione Italiana Coltivatori e direttore del dipartimento economico della stessa organizzazione. Collabora a numerose riviste ed è autore di articoli sul tema della nuova ruralità.

Google+
© Riproduzione Riservata