• Google+
  • Commenta
23 dicembre 2011

Carenze nei servizi igienici: la denuncia degli studenti UniBa

Code d’attesa infinite alle segreterie, aule non troppo confortevoli, cortili che diventano impropri depositi di materiali vari: i problemi interni alle università sono svariati, ma questa volta il caso è alquanto “delicato”.
Si tratta, infatti, di… servizi igienici.

Proprio così: da mesi, gli studenti della Facoltà di Lingue e Letterature straniere dell’Università di Bari reclamano una quasi totale mancanza di manutenzione dei servizi igienici.

Sono mesi che denunciamo la mancanza di materiale igienico nei bagni – spiega una studentessa, rappresentante del Collettivo studentesco della facoltà le serrature delle porte sono rotte, i servizi igienici sono sostanzialmente inagibili.”

Abbiamo anche inviato una lettera al rettore – continua un suo collega – ci siamo rivolti più volte alla Presidenza della Facoltà, con il risultato di non essere presi sul serio e vedere sminuite le richieste avanzate. Noi paghiamo migliaia di euro di tasse universitarie ed avere servizi igienici attrezzati per soddisfare le primarie necessità è un nostro diritto. Si parla di qualità della vita, di condizioni igienico-sanitarie.”

Dopo mesi di denunce interne inascoltate, questa mattina, forse, qualcosa sembra cambiato.
Con sorpresa, i sevizi risultano dotati di materiale igienico. Per le serrature, c’è ancora da aspettare.

Ma questo non basta a cantar vittoria – aggiunge lo studente – calmiamo gli entusiasmi. Vogliamo vedere come si evolverà la situazione nei prossimi mesi.”

Questa, sottolinea il Collettivo studentesco, non vuole essere una protesta contro gli addetti alle pulizie vittime, a loro volta, di tagli al personale, ma una sollecitazione verso chi di competenza, affinchè si possa rendere vivibile e qualitativamente adeguata la vita all’interno dell’università.

Il discorso, però, cambia parlando dei servizi igienici presenti nei dipartimenti e riservati ai docenti e al personale amministrativo, ai quali agli studenti è fatto divieto di accedervi.
Una disparità di trattamento, di cui chiedono spiegazioni.

E’ proprio il caso di dire…tutto il mondo NON è paese.

Francesca Martines

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy