• Google+
  • Commenta
17 dicembre 2011

UniLe: “I territori dell’Italia Unita 150 anni dopo”

Si terrà dal 19 al 21 dicembre, presso la sala conferenze del Rettorato e presso il Padiglione Chirico del Monastero degli Olivetani dell’Università del Salento, il convegno dal tema “I territori dell’Italia unita 150 anni dopo: fra passato e futuro”, organizzato dal CRIAT, il Centro di Ricerca Interuniversitario per l’Analisi del Territorio (promosso da Università degli Studi di Bari, Politecnico di Bari, Università del Salento, Università degli Studi di Foggia e Università di Sassari) e dal Dipartimento di Studi storici dal Medioevo all’Età contemporanea dell’Ateneo leccese.

Lunedì 19 dicembre, dopo i saluti del Direttore del CRIAT prof. Biagio Salvemini, dei Rettori delle Università consorziate e del Presidente dell’Istituto Alcide Cervi Rossella Cantoni, quale ente collaboratore del convegno, introdurrà l’incontro il prof. Carmelo Pasimeni, ordinario di Storia Contemporanea dell’Università del Salento.

A seguire, due sessioni dedicate ai temi L’invenzione del territorio e Economie rispettivamente presiedute dal prof. Antonio Brusa, ricercatore di Storia Medievale e dal prof. Ernesto Longobardi, ordinario di Scienza delle Finanze dell’Università degli Studi di Bari.

La seconda giornata, vedrà trattati contenuti inerenti a Società, spazi, conflitti nella sessione presieduta dal prof. ordinario in sociologia presso l’Università di Firenze, Giandomenico Amendola e Ambienti, in cui presiederà il prof. Giovanni Maciocco, ordinario in Tecnica e pianificazione urbanistica dell’Università di Sassari.

La sessione conclusiva di mercoledì 21, dal titolo Il governo del territorio, sarà, invece, presieduta dal prof. Francesco Indovina, docente di Analisi territoriale e Pianificazione presso l’Università di Sassari.

Ogni sessione prevederà, inoltre, interventi di docenti provenienti da università italiane ed estere e a conclusione del ciclo di incontri, una tavola rotonda su I territori dell’Italia fra passato e futuro.

Una “tre giorni” ricca di tematiche che mirano ad interrogare i diversi saperi che si occupano di territorio dalle prospettive più varie, non per misurare, ancora una volta, la distanza nord-sud, ma per esplorare il territorio italiano quale spazio ricco di peculiarità, seppur immerso nel processo di globalizzazione e in un clima politico profondamente difficile.

Una visione che vuole superare la semplice contrapposizione unità/disunità, per ricostruire, invece, le complicazioni e la ricchezza presenti non solo negli ultimi decenni, ma anche nella territorialità di un passato più remoto.

Francesca Martines

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy