• Google+
  • Commenta
15 gennaio 2012

Protocollo Università-Assoil school

Si apre uno spiraglio per tutti gli studiosi e gli imprenditori che gravitano intorno all’estrazione del petrolio.

Spiraglio, che, riguarda a tutto tondo sia il mondo imprenditoriale sia l’Università degli Studi della Basilicata.

Teoria e pratica che si fondono in maniera soddisfacente, anche per assicurare gli studiosi della zona, su tale aspetto scientifico, il quale potrà essere esaminato in maniera sempre più dettagliato ed al quale potranno essere apportare delle modifiche sostanziali e del tutto positive sul territorio lucano.

Il protocollo d’intesa siglato dall’Ateneo e dall’Assoil School” sostiene il consigliere regionale Antonio Autilioè un passo avanti verso il nostro principale obiettivo, e cioè rinnovare il sistema di istruzione e formazione professionale in modo da permettere l’acquisizione delle competenze necessarie per potersi immettere e restare sul mercato con risultati competitivi e soprattutto soddisfacenti“.

L’accordo” continua il consigliere “ha anche un’ulteriore finalità, cioè rendere la Basilicata e la Val d’Agri non più solo una terra di estrazione petrolifera, ma anche luogo di formazione professionale per futuri manager ed imprenditori nel campo minerario e petrolifero“.

Assoil School” procede Autilio “non è l’unica associazione da mobilitare per il nostro progetto. Un ruolo fondamentale lo hanno avuto anche altri soggetti, come il Dipartimento Formazione della Regione, la Provincia di Potenza, la Fondazione Mattei, le strutture del Cnr, il Centro Enea di Rotondella nonchè l’Università degli Studi della Basilicata“.

E’ dunque questo il nostro compito” conclude il consigliere regionale “in modo da scavalcare questa fase di stasi che il Memorandum d’intesa Stato-Regione Basilicata ha registrato“.

Marco Cristofaro

Google+
© Riproduzione Riservata