• Google+
  • Commenta
13 gennaio 2012

Universita’: a Matera Unitep con storia, teatro e cinema

“Fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e conoscenze”

Chi di voi non ha mai sentito questa frase – pronunciata da Ulisse ai propri compagni – che caratterizza il XXVI canto dell’inferno della Divina Commedia (opera immortale di “padre” Dante Alighieri).

Ebbene se si volessero analizzare queste parole, non tanto dal lato grammaticale, è facile accorgersi che questa espressione è totalmente e perennemente attuale.

L’esortazione di Ulisse è semplicemente immortale. Proprio perchè con essa, costui, si rivolge ai propri amici per esortarli alla conoscenza.

Conoscenza che si può estrapolare in qualsiasi campo; basta che ci sia la volontà e la consapevolezza di farlo.

Adesso, i tempi sono cambiati, ma, il filone logico da cui partire è sempre lo stesso.

Dove c’è cultura, c’è consapevolezza.

Maggiore è la cultura di una persona, maggiore sarà il grado di costui di prendere delle decisioni importanti ed oculate per il bene (individuale o comune che sia).

Cultura che quindi, caratterizza fin dalle origini la vita dell’uomo.

Non c’è limite cronologico e temporale alla cultura.

E’ questa la base dalla quale, è partita – nell’anno da poco iniziato – il progetto che riguarda l’attività dell’Universita’ della terza eta’ e dell’educazione permanente (Unitep) di Matera che ha attivato 34 corsi e sette laboratori per circa 300 iscritti.

Numeri ed attività, che, sono state rese note agli organi d’informazione dal presidente dell’associazione Antonio Pellecchia.

“Un gran numero di iscritti” questo il suo primo commento ” a testimonianza della bontà del progetto. Tutto è stato curato nei dettagli per assicurare all’utenza universitaria, il buon esito dei corsi. L’offerta è ampia e sono certo che ognuno dei partecipanti saprà evidenziare il proprio spirito critico in modo da rendere sempre più efficaci ed efficienti tali progetti”.

I progetti però, non finiscono qui. Ne partirà a breve anche un’altro che riguarda la figura del poeta Giovanni Pascoli che operò anche nel territorio di Matera, insegnando nei primi anni 80 (1982/1984) nel locale liceo classico.

Marco Cristofaro

Google+
© Riproduzione Riservata