• Google+
  • Commenta
29 Febbraio 2012

Cambio regolamento didattico d’ateneo all’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale

All’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale i rappresentanti degli studenti dell’associazione Ultimo Banco sono riusciti a far modificare l’art. 10 delregolamento didattico d’ateneo e in seduta di Senato Accademico del 20 febbraio si è deliberato che il numero di appelli ordinari, utili per la valutazione del profitto,per ogni anno accademico, per ogni corso di studio deve essere non inferiore a 5 (per gli studenti in corso) e non inferiore a 6 (per gli studenti fuori corso).

L’approvazione della delibera prevede l’applicazione della stessa immediatamente e invita le strutture competenti ad approvare subito quanto prescritto, benché la calendarizzazione sia ancora da stabilire. Il prossimo obiettivo è quello di far rispettare anche la calendarizzazione che ancora oggi non viene fatta, nonostante da regolamento di facoltà debba essere fatta a inizio anno.

La decisione, arrivata dopo ben un anno di battaglia, è stata accolta con molta gioia dagli studenti, che finalmente possono essere più sereni nella preparazione dei loro esami visto che fino ad ora hanno avuto la possibilità di sostenere le prove con sole tre date all’anno, spesso distribuite in un breve arco temporale.

Le facoltà dell’Università si stanno già adeguando, ma dati i tempi stretti si spera che i professori si attivino per rispettare la giusta decisione del Senato. I rappresentanti dell’associazione Ultimo Banco, in particolare nella persona di Raffaele Papa, si sono attivati anche per tutelare ulteriormente gli studenti dando loro la possibilità di indicare,in modo anonimo, quali siano i professori che si rifiutano di aggiungere date già a marzo, in modo da segnalarli al Rettore.

Google+
© Riproduzione Riservata