• Google+
  • Commenta
3 febbraio 2012

Fisciano veste alla moda: nasce la griffe Unisa!

Soverchio stile, soverchia eleganza. Anche a Fisciano. Perché no?

Madames…monsierurs, potevamo noi, il Paese locomotiva della moda internazionale, starcene alla finestra mentre americani ed inglesi ci soffiano il mestiere così, impunemente, quasi sotto il naso?

Potevamo noi, il Paese dei Valentino, degli Armani, dei Versace, dei Ferrè subire quest’onta senza battere ciglio?

Giammai!

Così dopo Yale ed Oxford, anche l’Università degli studi di Salerno lancia (prima in Italia) la sua personalisima griffe!

L’obiettivo? Risvegliare “lo spirito di appartenenza”. Riscoprire, in altre parole, l’orgoglio di “essere Unisa”: l’Unisa way of life!

Entusiasta la Fondazione universitaria, promotrice dell’iniziativa.

Entusiasta, soprattutto, il Presidente, Giorgi Donsì (ex rettore dell’ateneo salernitano), che celebra così il progetto: “È un’esperienza nuova, anche nel panorama nazionale. All’estero gli studenti indossano con orgoglio l’abbigliamento con la griffe del proprio college. Sarà interessante capire quanto saranno fieri i nostri”.

Belle parole, non c’è che dire. Ma i fatti?

“Abbiamo realizzato la struttura e individuato i gestori attraverso un bando – rassicura Donsì – La fondazione non è un ente commerciale, ma può stimolare aziende profit. Creare un movimento economico, senza speculazione, non è male. “Con poco si fa il mondo”, questa è la nostra massima. L’auspicio è creare lavoro, con costi di gestione in pareggio”.

Insomma i presupposti per fare bene sembrerebbero esserci tutti.

Intanto, però, un po’ di chiarezza sugli aspetti genuinamente pratici di questa sorprendente iniziativa ci sembra doverosa.

Cominciamo con l’azienda responsabile della commercializzazione del logo e della gestione degli store Unisa: la cooperativa Athena.

Una operativa giovane, fatta di giovani, studenti ed ex studenti, nata da una costola delle associazioni Zenit e Sinistra Futura.

Ma le novità non finiscono certo qui.

Tra i numerosi punti a programma, è, infatti, prevista anche l’apertura di un’apposita edicola, di un’agenzia di viaggi e di una parafarmacia e, ultimo, di un punto vendita Vodafone, ma non si esclude neppure l’apertura di uno store Unisa anche nella stessa Salerno.

Tutto dipenderà dai riscontri provenienti dal progetto pilota, inaugurato appena ieri nella centralissima Piazza del Sapere.

Tracolle e set di borse per pc, scarpe, e tanti altri articoli griffati “Campus Salerno” . Poche ore ed è subito Unisa-mania!

Merito anche dei prezzi, decisamente contenuti.
Da 6.90 a 14.90 euro per le t-shirts, utilissime per tempo libero o palestra.
Leggermente più care le polo, con modelli base a 16.90 fino a 31.90 euro per quelli più ricercati.

Prezzi stracciati anche per le felpe “Unisa” (solo 29.90 euro), che, però, possono arrivare anche a 30.90 per le linee più curate.

Capitolo accessori. Anche qui varietà al potere!

Si va dai decanter per il vino e i cavatappi alle borse, borsoni da calcetto (19.90 euro), custodie per pc (22.90), tracolle minimal (13 euro).

Non manca poi una linea completamente dedicata alla piscina con accappatoi e cuffie tutti griffatì Unisa.

Ce n’è per tutti i gusti!

Prossima tappa: l’e-commerce. Ma per quella forse bisognerà aspettare ancora un po’.

Di una cosa, intanto, siamo certi: stavolta si fa sul serio.

L’Unisamania è scoppiata. Lasciamoci contagiare!

Matteo Napoli

Google+
© Riproduzione Riservata