• Google+
  • Commenta
1 marzo 2012

Presentazione del libro “Politica e Magistratura a Napoli”

Mercoledì 7 marzo 2012, alle ore 10.30, presso la Sala della Biblioteca del Dipartimento SEGIS dell’Università del Sannio, in Piazza Arechi II, sarà presentato il volume di Luigi Labruna, Politica e magistratura a Napoli (Napoli, Editoriale Scientifica, 2011), con una prefazione di Alfredo Guardiano.

Alla tavola rotonda moderata dal prof. Felice Casucci e introdotta dalla dott.ssa Aglaia McClintock, interverranno il presidente del Tribunale di Benevento, Rocco Carbone, il procuratore della Repubblica, Giuseppe Maddalena, la presidentessa della Sezione Penale del Tribunale di Benevento, Marilisa Rinaldi, il presidente dell’Ordine degli Avvocati di Benevento, Camillo Cancellario. Concluderà la discussione Pietro Perlingieri, professore emerito dell’Università del Sannio. Saranno presenti il prof. Luigi Labruna e il dott. Alfredo Guardiano.

Il volume raccoglie oltre cento editoriali apparsi nel Corriere del Mezzogiorno nell’arco di cinque anni, tra il 2006 e il 2011. Testimonianza di un ininterrotto impegno civile e politico, i testi di Labruna costituiscono le tessere di un mosaico, di un viaggio che lascia ricostruire al lettore, passo per passo, un periodo tormentato della storia napoletana. Questa storia, a sua volta, si fa paradigma del Paese intero preso «nelle spire della confusione e di un tragico e talvolta farsesco senso dell’illegalità» (Biagio De Giovanni, Il Mattino, 27 dicembre 2011).

Nel tentativo di comprendere le ragioni di una decadenza politica, giudiziaria e civile e nel desiderio di trovare il modo per farvi fronte, Labruna sa mescolare felicemente serio e faceto, erudizione e ironia, responsabilità civile e disincanto.
Molto forti e suggestivi i testi in cui il giurista, che si confronta con la difficile realtà campana, riafferma la necessità di una rigorosa separazione dei poteri, inverata dal rispetto del codice deontologico da parte di ogni rappresentante delle istituzioni.
La partecipazione consentirà il conseguimento dei crediti formativi per «altre attività» previste nei piani di studio delle Lauree Specialistica e Magistrale in Giurisprudenza.

Google+
© Riproduzione Riservata