• Google+
  • Commenta
19 aprile 2012

Affluenza record al Finance Day di Ca’ Foscari

VENEZIA – Nuovo record di affluenza per il Finance Day di Ca’ Foscari, che si è svolto oggi nel Campus economico di San Giobbe per studenti e neolaureati: circa 900 partecipanti (il 28,5 per cento in più rispetto allo scorso anno) si sono presentati nella sede dell’ateneo veneziano per l’appuntamento a tu per tu con alcune delle più grosse aziende nazionali e internazionali, fra le quali Banca D’Italia.

Il Finance Day, giunto quest’anno alla sua quarta edizione, rappresenta dunque uno dei più importanti eventi in Italia dedicato a iscritti e laureati di area economica. Sempre più studenti approfittano del Finance Day organizzato dal Servizio Placement dell’Università Ca’ Foscari per entrare a contatto con il mondo del lavoro e cogliere le opportunità che il settore della finanza offre attualmente in ambito amministrativo gestionale, assicurativo, creditizio e della consulenza direzionale nei mercati nazionali e internazionali.

AREA ECONOMICA: LAUREATI E ISCRITTI

Dall’1 gennaio 2011 a oggi i laureati di area economica di Ca’ Foscari sono 1.608.

Gli studenti attualmente iscritti ai corsi di laurea triennali di area economica di Ca’ Foscari sono 4.937 di cui all’ultimo anno 2.529.

Gli studenti iscritti ai corsi di laurea specialistici di area economica di Ca’ Foscari sono 1.417 di cui 824 quelli iscritti all’ultimo anno.

I partecipanti hanno potuto assistere alle presentazioni aziendali/workshop, svolgere colloqui individuali, consegnare il proprio curriculum vitae.

Le aziende che hanno preso parte al Finance Day 2012 di Ca’ Foscari:

Allianz S.p.A.,Banca d’Italia, Banco Popolare, Bloomberg, BNL-Gruppo BNP Paribas,   Deloitte, Ernst & Young, Federazione Veneta delle Banche di Credito Cooperativo, Gruppo Generali, Gruppo Banca IFIS, Intesa Sanpaolo, Jobadvisor, L’Oréal Italia, PwC, Prometeia, Veneto Banca SCPA.

Il successo dell’iniziativa, anche a detta dei responsabili risorse umane presenti agli stand, è dovuto all’estrema specializzazione della domanda e dell’offerta: si presentano cioè ragazzi con un target mirato ed estremamente motivati a entrare in un settore specifico e ben delimitato come quello della finanza. Dall’altro lato le aziende non sono sommerse da richieste generiche di lavoro, ma ricevono curricula che si ritagliano bene sulle figure specifiche da loro ricercate in quest’ambito lavorativo.

Google+
© Riproduzione Riservata