• Google+
  • Commenta
25 aprile 2012

Giornata di formazione per i futuri giuristi dell’Uniud

Il programma della giornata prevede, in particolare, la partecipazione a un’udienza su un caso in materia di imposizione fiscale discriminatoria e a seminari “ad hoc” tenuti da giudici della Corte di Giustizia, fra i quali gli italiani Antonio Tizzano ed Ezio Perillo e dai loro collaboratori.

L’iniziativa è organizzata, per il terzo anno consecutivo, dalla cattedra in Diritto dell’Unione europea e dalla facoltà di Giurisprudenza. Quest’anno si sono aggiunti anche il corso di laurea in Studi europei e il master Euroculture, che vedono coinvolti studenti provenienti da varie università estere collegate all’Ateneo friulano.

La Corte di Giustizia interpreta il diritto europeo affinché venga applicato allo stesso modo in tutti i paesi dell’Unione e giudica le controversie tra i governi dei paesi membri e le istituzioni comunitarie. Anche i privati cittadini, le imprese o le organizzazioni possono portare un caso all’attenzione della Corte se ritengono che un’istituzione dell’Unione abbia ingiuriato i loro diritti.

Così spiegano i coordinatori dell’iniziativa Elisabetta Bergamini, docente di Diritto dell’Unione europea, e Claudio Cressati, docente di Storia e politica dell’integrazione europea e direttore del master Euroculture: «Questo tipo di esperienze sono parte integrante del progetto formativo universitario. Infatti, assistere a un’udienza della Corte e vedere l’applicazione pratica del diritto studiato durante il corso ha avuto un riscontro molto positivo da parte degli studenti».

Google+
© Riproduzione Riservata