• Google+
  • Commenta
19 aprile 2012

Scrivere un Curriculum


C.V. Arriva un momento, nella vita di ognuno di noi, in cui queste due lettere apparentemente innocue, se accostate, assumono un significato ben preciso e un’importanza capitale. E’ il momento in cui decidi che per la prima volta risponderai a un annuncio di lavoro, proverai la selezione per uno stage o per il progetto Erasmus. A quel punto ti siedi davanti allo schermo del computer, rubi da internet un modello da seguire e provi a scrivere il curriculum –il corso, la carriera- vitae– della tua vita. Scrivere il corso della propria vita: dentro una tabella precostituita e suddivisa, se ti servi del curriculum europeo, in ordine più libero se decidi di farne a meno.
Quello che scriverai in quel momento sarà la tua nuova carta d’identità, il tuo possibile lascia-passare per una nuova esperienza, sarà in un certo senso il tuo personalissimo spot pubblicitario.

E come ogni pubblicità che si rispetti dovrà colpire e conquistare il “consumatore”: i titoli ottenuti ben in vista, come la marca importante di un prodotto, le esperienze fatte, brillanti come i colori più alla moda dell’ultima stagione e le lingue parlate, fluenti come la miglior colonna sonora. La tentazione è quella di ritoccare: aggiungere da una parte, tagliare dall’altra, fino a quando i nostri vent’anni di vita non avranno un aspetto più che dignitoso. E in ultimo, il packaging del prodotto: la fototessera, la migliore tra i mille scatti provati in presenza di un paziente fotografo o di un’impietosa macchinetta.
Sforzo: non indifferente. Risultato: poco più di una pagina e l’impressione di aver fatto sempre troppo poco in tutti questi anni. Ma come ci ricorda la poetessa Wislawa Szymboska nell’efficace poesia “Scrivere un curriculum”: «E’ d’obbligo concisione e selezione dei fatti. Cambiare paesaggi in indirizzi e malcerti ricordi in date fisse. Di tutti gli amori basta quello coniugale,e dei bambini solo quelli nati. I viaggi solo se all’estero».
A questi versi fanno eco i consigli dati da Jobadvisor, società che offre servizi informativi ai neolaureati alla ricerca del primo impiego e un servizio telefonico gratuito di correzione del proprio curriculum. Ecco qualche regola generale indicata dagli esperti che risponderanno alla vostra telefonata: stilare un curriculum il più possibile personale, nel quale descrivere le proprie caratteristiche maturate nel corso di esperienze di studio (inserire sempre il titolo della propria tesi) e di lavoro; preparare un curriculum mirato per ogni singolo annuncio al quale si risponde, cercando di mettere in risalto le qualità richieste dal lavoro per cui ci si candida; indicare le proprie conoscenze linguistiche, sottolineando possibili esperienze all’estero.
Non resta altro che inviare la propria candidatura e incrociare le dita.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy