• Google+
  • Commenta
9 Maggio 2012

Dal colore degli occhi prevenzione per il tumore

La vitiligine (la perdita della pigmentazione) o il melanoma (cancro della pelle) secondo un recente studio potrebbero essere diagnosticati in tempo dalla colorazione dei nostri occhi, la prima porta di accesso verso la nostra interiorità, la nostra anima… e in questo caso verso la prevenzione del tumore della pelle. La ricerca è stata pubblicata su “Nature Genetics” ed è stata effettuata dall’University of Colorado School of Medicine.

Gli studiosi americani hanno analizzato 3 mila persone europee (escludendo il ceppo ispanico), ovvero pazienti affetti da vitiligine, la malattia della pelle che colpì ad esempio il cantante Michael Jackson. Questo campione analizzato rappresenta il 52 % della popolazione non ispanica con occhi grigi o blu. Il colore degli occhi del 27% degli affetti da vitiligine era blu o grigio, mentre il 43% neri o marroni. 30 %, invece, nocciola o color verde.

Gli occhi azzurri sarebbero in definitiva un fattore rassicurante dalla vitiligine, mentre i portatori di occhi azzurri sarebbero al sicuro dall’altro tumore della pelle, il melanoma, che, secondo quanto dichiarato da Richard Spritz dell’Università del Colorado, “geneticamente, in un certo senso, rappresenta il polo opposto alla vitiligine. Alcune delle variazioni genetiche che predispongono alla vitiligine riducono le probabilità di melanoma e viceversa”.

Le malattie della pelle sarebbero registrate nei nostri occhi, aiutando i medici a capire la predisposizione dei pazienti a questi tipi di malattie che colpiscono la cute, prevenendo anche altre disfunzioni associate alla vitiligine, come il diabete 1, artrite reumatoide e lupus.

Google+
© Riproduzione Riservata