• Google+
  • Commenta
15 Maggio 2012

Lezione di Adam B. Seligman alla LUMSA

17 maggio, ore 16 – LUMSA

Aula Magna Santa Caterina da Siena

Borgo Sant’Angelo 13 – Roma

Introduzione di Consuelo Corradi – Direttore Dipartimento Scienze Umane, LUMSA

Nella sua lezione, Seligman parlerà dell’agire morale. Un agire che in una prospettiva strettamente contemporanea sembra si sia liberato dall’autorità trascendentale del divino, attento com’è a ridurre il bene all’utile e la moralità all’interesse individuale. Il punto di vista del sociologo americano Seligman, , che nella sua analisi indaga campi abitualmente presidiati dalla teologia, spazia dalla rivolta della modernità verso il principio di autorità ai fanatismi delle intolleranze religiose.

 

ADAM B. SELIGMAN è Professore di religione presso la Boston University e Research Associate dell’Institute on Culture, Religion and World Affairs di questa stessa università. Ha vissuto e insegnato in università degli Stati Uniti, Israele e Ungheria, dove è stato Fulbright Fellow. Ha vissuto quasi venti anni in Israele, dove è stato membro di Kibbutz Kerem Shalom nei primi anni ‘70. I suoi lavori sono stati tradotti in più di dodici lingue. Dirige la International Summer School on Religion and Public Life, che svolge ogni anno seminari su aspetti controversi della religione e la sfera pubblica in luoghi diversi del mondo.

La conferenza del prof. Seligman è un evento del ciclo:

LA MODERNITÀ E IL MONDO DELL’UMANO

Lezioni in onore di Edda Ducci

 

L’idea di modernità è giunta fino a noi con riferimento ai processi di trasformazione sociale e culturale che si verificarono in Europa a partire dalla fine del ‘700. In particolare, il continuo processo di individualizzazione ha indebolito i legami societari e ha messo al centro le libertà e i diritti dei singoli. Le lezioni in onore di Edda Ducci vogliono indagare su questa vasta realtà storica che connota il nostro presente.

 

EDDA DUCCI (1929-2007) è stata docente di Filosofia dell’educazione presso l’Università LUMSA dal 1980.  Nel 2007 ha ricevuto la Medaglia d’oro ai benemeriti della scienza e della cultura della Presidenza della Repubblica italiana.

 

Google+
© Riproduzione Riservata