• Google+
  • Commenta
10 luglio 2012

Scuola estiva a L’Aquila per combattere il sisma

La scuola estiva in “Tecniche di rilievo e documentazione per l’interpretazione delle architetture colpite dal sisma” sta per aprire i battenti nel capoluogo abruzzese devastato dal terremoto; un’iniziativa organizzata dall’Università dell’Aquila, dal Politecnico di Milano e dall’Università IUAV di Venezia.

Le attività si terranno dal 27 Luglio al 3 Agosto 2012 e lo scopo sarà quello di far conoscere e approfondire le conoscenze tecniche specifiche di rilievo che vengono messe in atto nello studio degli effetti del sisma sui singoli edifici e sulle aree urbane.

Le lezioni del corso verteranno sia su aspetti teorici che pratici dei diversi ambiti applicativi, come ad esempio il rilievo topografico, focalizzato sul controllo delle strutture e delle reti topografiche. Altre tecniche che verranno analizzate sono rivolte all’analisi degli interventi innovativi per il miglioramento sismico e l’adeguamento delle costruzioni in muratura e in cemento armato.

Documentazioni fotografiche, laser-scanning e rilievo fotogrammetrico serviranno a far luce sulle modalità di edificazione, sulla diagnostica dei danni e sul costante monitoraggio di un’area sempre a forte rischio come quella abruzzese: obiettivo unanime ormai è prevenire ed essere altamente equipaggiati per non far rivivere ai cittadini dell’Aquila l’inferno da poco passato.

È importante che lo spirito di rinascita di questa città provenga anche dal mondo universitario; si percepisce la volontà di fare tutto il possibile per garantire sicurezza ad un capoluogo italiano che ha la sua storia e il suo futuro da difendere.

Google+
© Riproduzione Riservata