• Google+
  • Commenta
31 agosto 2012

Bologna, quanti medici! Martedì i primi verdetti

La data fatidica è martedì 4 settembre, e tutto lascia presagire che ne vedremo delle belle.

All’alba della nuova stagione universitaria, l’ateneo di Bologna si presenta con la consueta calca di aspiranti iscritti e qualche novità. A monopolizzare l’attenzione, soprattutto i test d’ingresso delle Facoltà con sbarramento.

Come evidenziato da Repubblica, ai 56 corsi di laurea a numero chiuso che l’Alma Mater mette a disposizione daranno l’assalto poco meno di 20.000 studenti, chiamati entro breve a “scannarsi” per 7.296 posti (un migliaio in più dell’anno scorso).

Eh sì, perché anche qui è il corso a numero programmato a farla da padrone. Al punto che quest’anno l’Alma Mater ne inaugura altri 5: Economia del turismo (230 posti disponibili, con sede a Rimini), Economia dell’impresa (230, Rimini), Scienze farmaceutiche applicate (150, Imola), Scienze naturali (150), Controllo di qualità dei prodotti per la salute (150, Rimini).

Dopo tanti preamboli, per i neodiplomati è il momento di mettersi alla prova. In realtà un antipasto c’è già stato: parliamo del test di Psicologia, tenutosi martedì 28 agosto con ben 956 partecipanti a contendersi 300 posti. “Un segno di attrattività della nostra facoltà”, ha commentato il preside Fiorella Giusberti.

Ma per il piatto forte si dovrà attendere ancora qualche giorno. Anche quest’anno, infatti, la maggior parte dell’interesse verrà letteralmente monopolizzato dagli attesissimi test d’accesso della facoltà di Medicina e odontoiatria.

Come già anticipato, il 4 settembre (per la prima volta presso la Fiera di Bologna anziché al Policlinico) è la data che gli studenti attendono con impazienza e trepidazione; in particolare per via della solita concorrenza selvaggia, poichè come sempre i candidati sono davvero tanti.

In tutto tenteranno l’impresa in 2.845, di cui appena 473 potranno coronare il proprio sogno. Non necessariamente a Bologna: a partire da quest’anno, la graduatoria finale del test sarà valida anche per le immatricolazioni alle facoltà di Medicina di Modena-Reggio Emilia, Ferrara e della Politecnica delle Marche.

Oltre a Medicina e odontoiatria, sarà lotta serrata anche il prossimo 11 settembre per accedere alle cosiddette professioni sanitarie (3.800 studenti per 900 posti), il che ha contribuito a scatenare un bel po’ di malumori in merito all’effettiva funzionalità del numero programmato.

Secondo il preside di Medicina, Sergio Stefoni, è per ora impossibile farne a meno, anche al fine di “evitare eventuali favoritismi”. Quanto alla modalità del test, “è argomento di pertinenza del ministero all’Università. Per me sarebbe preferibile avere domande su argomenti di cultura generale, con alcuni aspetti specifici che devono riguardare soprattutto materie come biologia, chimica, fisica e matematica”.

Dopo Medicina, la maratona delle prove di ammissione proseguirà con Architettura (6 settembre), Economia (6 settembre), Veterinaria (10 settembre).

 

fonte immagine: http://www.universinet.it

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy