• Google+
  • Commenta
10 agosto 2012

Lavorare in Brasile: ecco ciò che serve

Li chiamano Paesi BRIC (acronimo che sta per Brasile, Russia, India, Cina) e costituiscono l’insieme degli Stati accomunati da alcune caratteristiche geosociali – vasti territori, elevati tassi di popolazione – ma soprattutto da un’enorme crescita del PIL nell’ultimo decennio. Più che scontato, in tempi di recessione, guardare a tali economie con un certo grado di interesse, vista la possibilità di sfruttare le risorse di un mercato tutt’altro che saturo e meno sofferente di quello delle grandi potenze mondiali.

E’ soprattutto il Brasile, tra i quattro, il Paese che storicamente attrae un gran numero di migranti da tutto il mondo. Ma se in passato era il suo carattere esotico ad esercitare un forte richiamo, oggi è proprio il suo status di potenza emergente – unito ai grandi eventi sportivi che interesseranno questa terra nei prossimi quattro anni e ai giacimenti petroliferi scoperti di recente – ad attrarre lavoratori ed imprenditori. Ma quali sono le informazioni di cui fornirsi, e quali gli aspetti tecnici da curare per cercare di trovare la propria occupazione in Brasile?

Il primo elemento è pressoché scontato: la conoscenza della lingua portoghese, utile a districarsi nella realtà comunicativa e lavorativa, ma anche ad elaborare il proprio Curriculum Vitae, vera chiave d’accesso per aprire i contatti tra potenziale risorsa umana ed azienda. Il sito Sognando Brasile offre una serie di accorgimenti per la redazione di un curriculum in portoghese comprendente tutte le informazioni che potrebbero interessare i selezionatori.

Il secondo, determinante, passo è quello che è spesso considerato un’annosa questione: procurarsi un visto. Importante conoscere la distinzione tra il visto temporaneo e quello permanente. Il primo risponde a svariati tipi di esigenze (lavoro, studio, cure mediche,ricerca, attività giornalistica ecc.) e permette di rimanere in territorio brasiliano per l’arco di tempo necessario all’espletamento dell’attività prevista.

Nel caso del visto temporaneo per motivi di lavoro, le varie burocrazie previste vanno intraprese in Brasile direttamente dall’impresa, mentre il visto viene applicato in Italia sul passaporto dell’interessato dal consolato brasiliano. Le leggi brasiliane, comunque, prevedono che chi possiede un permesso temporaneo non possa creare un’impresa individuale, né diventare amministratore o proprietario di società.

Anche il visto permanente può essere ottenuto per diversi motivi (matrimonio, ricongiungimento familiare, pensione, per esempio), ma di certo quello che maggiormente concerne il mondo del lavoro è il visto per investimento: è necessario investire 150.000 R$ in un’ attività produttiva nuova o già esistente.

Una panoramica molto puntale rispetto a tutto il necessario per l’ottenimento dei vari tipi di visto è data dall’apposita sezione del sito del Consolato del Brasile di Milano. Notizie aggiornate a riguardo possono essere rintracciate anche mediante le altre fonti ufficiali, per esempio il sito del Governo Brasiliano, quello del Consolato Brasiliano a Roma  o ancora nella pagina web della Polizia Federale del Brasile.

Altri siti – questa volta ufficiosi – che tutti gli appassionati di Brasile devono tenere tra la propria lista dei “preferiti” sono Work of Brasil e Vivere in Brasile, entrambi con l’obiettivo di facilitare la ricerca di lavoro in questa splendida terra e fornire informazioni ed aggiornamenti in maniera dettagliata. Diventare colleghi della celeberrima “ragazza di Ipanema”, insomma, non è più un sogno irrealizzabile.

fonte immagine: http://www.italiansinfuga.com

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy