• Google+
  • Commenta
12 agosto 2012

UniMc – “Premio Fornarina” a Rosa Marisa Borraccini, Pro Rettore dell’Università di Macerata

Nella giornata di oggi, 11 agosto alle ore 10, nel Complesso Monumentale dei Santi Tommaso e Barnaba, in occasione della manifestazione Medievalia di San Ginesio, il Pro Rettore dell’Università di Macerata, professore ordinario di Scienze del libro e delle biblioteche, Rosa Marisa Borraccini, ha ricevuto il riconoscimento alla virtù femminile nel sociale “La Fornarina 2012”, assegnato dal Centro Internazionale di Studi Gentiliani e della Confraternita del Sacro Cuore di Gesù e dei Sacconi.

Sono molto grata – commenta, in una nota, la professoressa Borracciniper questo riconoscimento, che considero diretto non solo a me e alla mia attività quanto, soprattutto, alla nostra Università che ha svolto un ruolo fondamentale nella mia formazione culturale e professionale e mi ha consentito di interessare tanti giovani allievi al valore della memoria scritta e del patrimonio librario. L’Università di Macerata ha da sempre posto tra gli obiettivi principali anche la crescita e la valorizzazione del proprio territorio e mi piace ricordare come il mio incontro con San Ginesio risalga agli ultimi anni ’90, con il coinvolgimento della biblioteca comunale ginesina – prezioso scrigno di memoria locale – nel progetto del Servizio Bibliotecario Provinciale, al quale lavorai al fianco dell’allora assessore Filippo Mignini, con il contributo determinante dei giovani laureati del Corso di studio in Beni Archivistici e Librari della nostra Università. A loro, ai colleghi e ai bibliotecari dell’Ateneo, che hanno assunto nel catalogo del Polo bibliotecario universitario e provinciale il risultato di quell’iniziativa sperimentale, dedico questo riconoscimento“.

Per l’occasione, la docente ha tenuto un intervento dal titolo “Il libro nella (mia) storia”, dal sapore tutto autobiografico.

Il premio è intitolato alla leggendaria e coraggiosa fornaia sanginesina che salvò il paese dall’invasione notturna dei Fermani, e ha lo scopo di  mettere in luce la peculiarità dell’elemento femminile virtuoso sempre presente e operante nell’ambito della Confraternita dei Sacconi.

Per questo motivo, ogni anno, una donna riceve il riconoscimento “La Fornarina”  a rappresentanza del mondo femminile per essersi  particolarmente distinta per l’alto profilo morale del suo impegno nel volontariato o nell’attività professionale, a favore dei minori, dei diseredati e della crescita civile della società contemporanea.

Avendo avuto l’onore di essere stata una studentessa della professoressa, colgo l’occasione per farLe i miei più sentiti auguri per il riconoscimento ricevuto. Insegnante straordinaria sia dal punto professionale che dal lato umano, sempre comprensiva e presente.

fonte notizia: ufficio stampa UniMc

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy