• Google+
  • Commenta
13 agosto 2012

UniUd e Provincia, patto da 200 milioni

Nuova assegnazione di fondi all’ateneo di Udine da parte della Provincia. Lo stanziamento rientra in un patto stabilito tempo fa tra i due enti, e che mira ad assicurare un importante sostegno all’università in ambiti quali ricerca ed internazionalizzazione.

La cifra ammonta in totale a circa 96.000 euro, da aggiungersi ai 100.000 che erano già andati a riempire le tasche di UniUd nel corso dello stesso anno accademico 2011-2012.

Per la seconda volta nel giro di pochi mesi il sodalizio con la Provincia consente all’ateneo, economicamente parlando, di “respirare”. Il tutto, come puntualizza l’assessore alla cultura Elena Lizzi (già membro del Consiglio di Amministrazione di UniUd), “sulla base del Protocollo d’Intesa sottoscritto tra l’ente e l’Università nel febbraio scorso”.

Nelle considerazioni dell’assessore, raccolte da Friuliweb, i prossimi obiettivi risultano molto chiari: “rafforzare quel Patto per sostenere e difendere la qualità dell’offerta formativa e le attività di ricerca promosse dall’Università di Udine d’intesa con le realtà territoriali, risalente all’ottobre del 2008. Un patto al quale la Provincia ha aderito in modo convinto garantendo un impegno e una collaborazione che durano nel tempo”.

Ma veniamo alla suddivisione del fondo stanziato, che mira a soddisfare specifiche esigenze e finalità dell’ateneo. Ben 38.000 euro sono destinati ad alimentare il circuito della ricerca; di questi, 23.000 verranno impiegati in servizi di competenza provinciale, mentre i restanti 15.000 saranno utili a finanziare gli scavi archeologici in atto nel Kurdistan.

Per il resto, il fulcro dell’operazione concerne l’impronta internazionale che UniUd si appresta ad assumere nei prossimi anni. Altri 38.000 euro serviranno infatti ad incrementare il programma di studi e tirocini all’estero, in modo da offrire agli iscritti l’opportunità di vivere esperienze formative sempre nuove ed interessanti.

Ma non è tutto, poiché nella stessa direzione confluiranno anche i restanti 20.000 euro: è da un po’ che l’università ha in cantiere il progetto di un sito web in lingua inglese, che contribuisca a migliorarne la visibilità rivolgendosi anche e soprattutto agli studenti (o aspiranti tali) che vengono da fuori.

Il futuro di questa collaborazione proficua ed efficace, come evidenziato dai risultati recentemente illustrati dal Rettore Cristiana Compagno a palazzo Belgrado, dipende dal riordino degli enti locali che mette in bilico – chiude Lizzi – il futuro delle Province e quindi il nostro sostegno diretto all’Ateneo. Si attende invece che la Regione dia piena attuazione alla legge 2/2011, relativa ai fondi di perequazione regionale per il diritto allo studio universitario”.

 

fonte immagine: http://www.ripor.com

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy