• Google+
  • Commenta
27 settembre 2012

Giornata mondiale degli insegnanti

L’UNESCO ha proclamato il 5 ottobre “Giornata mondiale degli insegnanti”. Per la prima volta vi aderisce la Facoltà di Scienze della Formazione, che ha deciso di dedicare l’intera mattinata ad una riflessione sull’importanza strategica degli insegnanti. Diversi esperti si riuniranno a Bressanone per discutere gli obiettivi pedagogici comuni da seguire, il ruolo degli insegnanti e le ardue sfide da raccogliere.

Programma:

ore 9.00: Apertura e Saluti delle autorità presenti

ore 9.20 – ore 9.50: prof. Michael Schratz, Innsbruck: “Lehrer/innen sind Profis – aber wie!?“

ore 9.50 – ore 10.20: prof. Susanna Mantovani, Milano: „Mondo globale, mondi virtuali: ripensare le relazioni educative nella scuola“

ore 10.20 – ore 10.50: intervallo

ore 10.50 – ore 12.15: Tavola rotonda: qualità e competenze di un “bravo”/di una “brava” insegnante; moderazione: Eberhard Daum, Bolzano

Una relazione sarà tenuta in lingua tedesca ed una in lingua italiana. La tavola rotonda sarà bilingue.

Luogo: Aula Magna della Facoltà di Scienze della Formazione, viale Ratisbona 16 – Bressanone

Iscrizione: non richiesta

Ingresso: libero

 

Prof. Susanna Mantovani, Milano: Mondo globale, mondi virtuali: ripensare le relazioni educative nella scuola

Il contesto  di vita nel quale opera la scuola è cambiato  e continua a cambiare  incessantemente : la pluralità culturale e linguistica, la  contaminazione di tradizioni e pratiche nella vita quotidiana e culturale, lo sviluppo e la diffusione delle tecnologie e quello che portano con sé sul piano sociale e cognitivo  modificano  profondamente l’orizzonte esistenziale dei  bambini e delle bambine, dei ragazzi e  delle ragazze  e degli adulti che hanno la responsabilità di educarli. In prima fila gli insegnanti,  che  da un lato hanno il compito di  mantenere il legame e la vitalità delle radici culturali e dall’altro di  preparare i ragazzi al mondo, aprirne le menti, sollecitare curiosità, fornire strumenti anche nuovi per  accedere alla conoscenza e  sviluppare senso critico. Timonieri, orientatori, riequilibra tori delle esperienze intellettuali e sociali che i bambini e le bambine vivono ogni giorno fuori e dentro la scuola, sollecitatori di competenze antiche e nuove. Un compito difficile  nel quale i dubbi  e le incertezze dei professionisti della scuola sono legittimi e devono anche  confrontano con dubbi e incertezze ancora più forti dei genitori.

La relazione insegnante –allievo, da sempre  importante fattore protettivo per lo sviluppo, il benessere e la motivazione ad apprendere, è più che mai fondamentale ed è necessario ridefinirla e  sostenerla.

 

Prof. Susanna Mantovani è Professore di Pedagogia generale e sociale  e già Preside della facoltà di Scienze della formazione dell’Università di Milano-Bicocca della quale è attualmente Pro-Rettore Vicario. In passato ha insegnato anche Psicopedagogia, tra l’altro, alla Freie Universität di Berlino. L’attività di ricerca, nazionale e internazionale, riguarda l’infanzia e i servizi per l’infanzia, la formazione degli insegnanti, l’educazione interculturale, i bambini e le tecnologie, i metodi della ricerca educativa, le relazioni adulto-bambino.

 

Prof. Michael Schratz, Innsbruck: „Lehrer/innen sind Profis – aber wie!?“

Qualität von Unterricht hat Konjunktur. Reforminitiativen beherrschen die gegenwärtige Debatte. Es sind die Pädagoginnen und Pädagogen, die Schule und Unterricht entwickeln. Daher steht deren Professionalität im Mittelpunkt des „Welttags des Lehrers/der Lehrerin“.

Das Zusammenspiel bedeutsamer Domänen pädagogischer Professionalität bestimmt die Könnerschaft der einzelnen Lehrperson. Kreativität, Querdenken, Selbstverantwortung und Eigeninitiative, Mut zum Erproben von Neuem, Gelassenheit und Zeit zur Reflexion sind einige der Erfordernisse, vor allem aber auch der Umgang mit Differenz und Ungewissheit.

Ein zeitgemäßer Unterricht setzt voraus, dass er Lernen aus pädagogischer Perspektive in den Blick nimmt und wirkmächtige Lernerfahrungen zwischen den Lernenden, der Sache und den Lehrenden ermöglicht.

 

Prof. Michael Schratz ist Professor am Institut für LehrerInnenbildung und Schulforschung und Dekan der Fakultät für Bildungswissenschaften der Universität Innsbruck. Seine Arbeitsschwerpunkte sind Lehrerbildung und Qualifizierung von Führungskräften, Entwicklung von Professionalität, Systementwicklung im Bildungswesen, Leadership und Lernen. Er ist wissenschaftlicher Leiter der Leadership Academy und Mitglied zahlreicher internationaler Kommissionen.  Er hat zahlreiche Beiträge zu den Bereichen Bildung, Gesellschaft und Lernen, Leadership und Qualitätsentwicklung publiziert und ist  Mitherausgeber mehrerer pädagogischer Zeitschriften.

 

 Fonte Foto

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy