• Google+
  • Commenta
4 settembre 2012

“La Luna dei Borboni” nel ricordo del poeta Vittorio Bodini

Cocumola è una piccola frazione del comune di Minervino di Lecce, in provincia di Lecce, che quest’anno ha ospitato la settima edizione del premio “La Luna dei Borboni”, un evento voluto dall’Amministrazione comunale del paese salentino per ricordare il poeta Vittorio Bodini.

Bodini è stato uno straordinario cantore del Sud e delle sue contraddizioni, ingiustamente relegato in secondo piano all’interno dei libri di letteratura italiana.

Ultimamente, però, diversi suoi scritti in prosa che erano stati dimenticati troppo in fretta, sono stati riscoperti grazie al lavoro di alcuni docenti dell’Università del Salento e soprattutto grazie ad un’attenta e lungimirante casa editrice – Besa – che si propone di valorizzare quegli autori e quelle opere della narrativa italiana ignorati dal pubblico, oltre che di dare spazio a quegli ambiti letterari che il grande circuito editoriale finisce puntualmente per penalizzare.

Le poesie di Vittorio Bodini accompagnate dalla colonna sonora di “Ecovanavoce”, le letture di Mariapia Autorino e Antonio Minelli, la presentazione del libro “Sud come Europa. Carteggio Bodini-Sciascia” a cura del Prof. Lucio Giannone dell’Università del Salento, la proiezione del cortometraggio “Poppitu” e la proiezione del documentario “Omaggio a Vittorio Bodini”: questo è stato il programma dell’evento che la scorsa domenica si è tenuto nella piazza San Nicola di Cocumola.

Durante la serata – condotta da Marcello Favale – sono stati anche consegnati diversi premi; quello più prestigioso – ossia “La Luna dei Borboni” – che non solo dà il titolo a questa manifestazione, ma richiama anche un’opera dello stesso Bodini risalente al 1952, è stato assegnato a Lamberto Pignotti che, oltre a essere stato un grande amico di Vittorio Bodini, è considerato anche uno dei fondatori della cosiddetta “poesia visiva”, ovvero quel modo di intendere l’arte e letteratura – sviluppatosi negli anni ’60 del secolo scorso – svincolato dai modelli tradizionali tipici degli anni precedenti.

Altri premi sono andati a Ugo Malecore, autore del monumento funebre del poeta e all’Amministrazione comunale di Minervino, che in questi 7 anni ha sempre voluto quest’evento ed è sempre riuscita a realizzarlo nel migliore dei modi.

Quello all’Amministrazione comunale è un premio particolare, perchè dall’edizione dell’anno prossimo ci sarà un’importante novità: infatti, è stata appena costituita l’associazione “Centro studi Vittorio Bodini” che d’ora in avanti si occuperà della gestione delle pubblicazioni e degli eventi legati al poeta pugliese.

Un’associazione alla quale potranno aderire tutti coloro che ammirano l’ingegno letterario di Bodini e che vogliono contribuire a rendere merito ad un poeta che il tempo ha fatto sì che fosse dimenticato frettolosamente e senza una giusta ragione.

 

Immagine tratta da “Ilpaesenuovo.it”

 

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy