• Google+
  • Commenta
4 ottobre 2012

SumZero: the facebook of money

La Winklevoss Capital stanzia un milione di dollari per finanziare SumZero: ecco il primo investimento dei due fratelli che battagliarono contro Mark Zuckerberg.

Era il lontano 2004 quando Cameron e Tyler Winklevoss, studenti di Harvard, ebbero l’idea di fondare un social network universitario riservato a tutti gli studenti del prestigioso college statunitense, dal nome HarvardConnection, poco dopo ribattezzato ConnectU.

Un’idea che sembrava destinata a un successo in fin dei conti mediocre, se i due fratelli non avessero coinvolto nel progetto il compagno di studi Mark Zuckerberg, che tuttavia, prendendo spunto dall’idea dei Winklevoss, mise in porto l’idea di un nuovo social network, The Facebook, che risultava per diversi aspetti molto più innovativo rispetto a ConnectU.

E il successo non tardò ad arrivare. Messo fuori gioco l’amico Saverin, che aveva fornito mille dollari per avviare il progetto, divenendone socio al 30 %, Zuckerberg si accordò con alcuni capitalisti californiani ai quali cedette la parte di società dell’amico, che non tardò a fargli causa.

Ma non fu l’unico: nel febbraio del 2008 Cameron e Tyler intentarono infatti contro il fondatore di Facebook una causa civile accusandolo di furto di proprietà intellettuale, chiedendo peraltro un risarcimento di 600 milioni di dollari. Il giudice tuttavia riconobbe a Zuckerberg la paternità di Facebook e concesse ai due fratelli soltanto 65 dei 600 milioni richiesti.

Ebbene, grazie a questa somma i due fratelli hanno potuto fondare la società Winklevoss Capital, il cui primo investimento, di un milione di euro, è stato destinato al finanziamento di un social network molto simile alla prima versione di Facebook, SumZero. Si tratta infatti di un social network per investitori, fondato nel 2008 da altri due colleghi di Harvard dei Winklevoss, Divya Narendra e Aalap Mahadevia, che, con ben 8 milioni di utenti attivi, si propone di costruire, attraverso la piattaforma virtuale, reti di finanziatori per dar vita a nuovi progetti di ricerca.

E a  quanto sembra dai commenti entusiasti degli investitori attivi sul sito che si leggono sulla pagina di presentazione, l’obiettivo è stato centrato in pieno.

“SumZero is a great resource for sharing ideas with like-minded investors”, dichiara Ryan Morris, Meson Capital;

One of my best investment returns was an idea I found from the Sumzero site” è il commento di Richard Lin, Partner, Three Arch Partners.

Successo dunque anche per i fratelli Winklevoss. La partita con Zuckerberg è ancora aperta.

 

Fonte foto

 

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy