• Google+
  • Commenta
21 dicembre 2012

Terapia chirurgica dell’Endometriosi Profonda, seminario all’Unife

Concerto di San Giovanni a Firenze

Sarà infatti collegato in diretta streaming dalla sala operatoria dell’Ospedale S.Anna il Prof. JM Wenger, docente dell’Università degli Studi di Ginevra, che terrà anche quest’anno un ciclo di incontri scientifici nell’ambito dell’accordo bilaterale sancito tra Unife e Ginevra.

Unife

Unife

L’incontro a Unife , aperto a docenti, ricercatori e medici in formazione, ha lo scopo di approfondire le conoscenze chirurgiche sull’endometriosi e sui più recenti approcci clinico terapeutici.

“L’endometriosi – come spiegano il Prof. Patella e il Prof. Marciè una patologia complessa, cronica e ancora poco conosciuta. Può essere considerata a tutti gli effetti una ‘malattia sociale’, invalidante e caratterizzata da pesanti risvolti sulla vita di relazione, sessuale, sulla sfera psicologica e ad elevato impatto socio-economico. L’inaccettabile convivenza con il dolore pelvico cronico, sintomo cardine dell’endometriosi, la riduzione della capacità riproduttiva e l’inefficacia delle comuni terapie antalgiche costituiscono i motivi principali che spingono la paziente a rivolgersi allo specialista ginecologo. Secondo una stima del Census Bureau in Italia (2004) dovrebbero esserne affette 2.902.873 di donne. Il Parlamento Europeo nel 2004 ha riconosciuto l’endometriosi come uno stato clinico che colpisce 1 donna su 10 nell’Unione Europea e ha, inoltre, rilevato che l’onere annuale per congedi da malattia si attesta intorno ai 22,5 miliardi di euro. In Italia la XII Commissione Igiene e Sanità del Senato nel 2005, raccogliendo l’invito del Parlamento europeo, ha svolto l’indagine Conoscitiva intitolata “ Fenomeno dell’endometriosi come malattia sociale” evidenziando, nelle conclusioni, l’esigenza di realizzare specifiche campagne informative di educazione sanitaria rivolte sia ai medici che alla popolazione femminile”.                      

Google+
© Riproduzione Riservata