• Google+
  • Commenta
30 gennaio 2013

Premi di laurea Rubes Triva per 10.500 euro

Martedì 28 gennaio sono stati consegnati nell’Aula Magna di UniMoRe a Modena i Premi di laurea Rubes Triva.

L’iniziativa, giunta alla sua seconda edizione, nasce dalla consolidata collaborazione tra Hera, la Fondazione Alma Mater e UniMoRe, che hanno stipulato una convenzione per supportare la formazione e la ricerca universitaria. Premi di laurea Rubes Triva , del valore di 1.500 euro ciascuno sono stati sette, anziché sei come previsto dal bando, per un contributo complessivo di 10.500 euro.

Alla cerimonia di premiazione hanno partecipato Aldo Tomasi, Rettore dell’Ateneo, Giorgio Pighi, Sindaco di Modena, e Vanni Bulgarelli, Presidente del Comitato per il territorio di Modena del Gruppo Hera. I premi sono stati assegnati a sette studenti che hanno conseguito la Laurea Specialistica nel periodo compreso tra l’1 aprile 2010 e il 31 maggio 2012 discutendo una tesi sullo sviluppo sostenibile, l’ambiente, i servizi pubblici locali per l’energia e l’ambiente. I temi potevano essere affrontati sotto i profili tecnico-scientifico, giuridico, economico e storico.

L’esame delle tesi per l’attribuzione dei Premi di laurea Rubes Triva è stato affidato a un Comitato Scientifico composto da un rappresentante per ciascuno degli enti promotori: Hera, Università, Comune di Modena, Provincia di Modena e Federambiente. I criteri su cui è stata costruita questa valutazione sono stati: il collegamento a temi relativi al territorio di riferimento, la coerenza con i servizi pubblici locali e, ovviamente, l’originalità dell’elaborato.

Questa edizione del premio si è rivelata di alto profilo qualitativo, riguardo ai contenuti dei lavori presentati, tanto che Hera ha deciso di assegnare un ulteriore premio, rispetto ai sei previsti dal Bando, dal momento che il Comitato Scientifico ha valutato ex aequo due tesi alla sesta e settima posizione in graduatoria.

I premi dedicati alla memoria di Rubes Triva, che fu Sindaco di Modena e ricoprì la carica di Presidente di Federambiente, rappresentano un esempio di collaborazione produttiva tra Impresa e Università e un impegno concreto per promuovere formazione universitaria e ricerca scientifica, offrendo opportunità di crescita ai giovani. L’intesa tra Hera, la Fondazione Alma Mater e l’Università di Modena e Reggio Emilia, lo ricordiamo, prevede un finanziamento di 248.000 euro in quattro anni da parte del Gruppo e, oltre ai premi, ha già portato a risultati sul piano della ricerca e l’importante traguardo di un dottorato.

Di seguito l’elenco con i nominativi degli studenti con Premi di laurea Rubes Triva e i titoli delle rispettive tesi:

  • Arianna Berni, “Waste-to-energy plant energy efficiency based on directive 2008/98/EC. Case study: WtE plant of Coventry (UK)”
    • Federica Gandolfini, “Processi di “integrazione e politiche di responsabilità sociale nel settore delle multi utilities. il caso IREN”
    • Stefano Ghinoi, “I sistemi di contabilità ambientale nei comuni. Valutazione delle metodologie di classificazione e costruzione degli indicatori con riferimento ai casi dei Comuni di Modena e Reggio Emilia”
    • Alessia Mancuso, “Separazione dei rifiuti: analisi di un impianto e implementazione di una tecnologia sperimentale per il recupero delle plastiche”
    • Nico Priori, “Analisi del rischio per la salute umana connesso alle emissioni in atmosfera e valutazione dei costi esterni”
    • Giusi Scalise, “Il bilancio sociale nelle pubblic utility: uno strumento di gestione per la disclosure sociale e la comunicazione agli stakeholder”
    • Marco Michele Zaccanti, “Simulazione della dispersione in atmosfera da un impianto di trigenerazione”
Google+
© Riproduzione Riservata