• Google+
  • Commenta
18 gennaio 2013

Ricerca interuniversitaria – Nasce SEEDS

Università di Ferrara – Si chiama SEEDS, Sustainability, Environmental Economics and Dynamics Studies ed è un neonato centro di Ricerca interuniversitaria costituito tra Unife, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Università Cattolica del Sacro Cuore e Università di Bologna, che sarà presentato lunedì 21 febbraio dalle ore 14 alle ore 18 nell’Aula Magna del Dipartimento di Economia e Management, via Voltapaletto, 11, nel corso del seminario Environmental innovations: concepts and evidence from European case studies.

Nell’occasione sarà inoltre illustrato il libro The Dynamics of Environmental and Economic Systems (Springer), edito da Massimiliano Mazzanti, professore associato del Dipartimento di Economia e Management e da Valeria Costantini.

Promosso dai Dipartimenti di Economia delle quattro Università, il centro di Ricerca interuniversitaria si propone di promuovere ed effettuare analisi e ricerca scientifica nell’ambito dell’economia delle risorse naturali e dell’ambiente e in quello più esteso ed interdisciplinare dell’economia ecologica.

Tra le principali aree di ricerca del Centro  di Ricerca interuniversitaria lo studio della dinamica dei sistemi economico-ambientali, l’economia e politica ambientale, l’economia dell’energia e del cambiamento climatico, dell’innovazione, la geografia economica e l’economia regionale.

 Questo centro di ricerca interuniversitaria – afferma Mazzanti opera per definire programmi di ricerca per la realizzazione di pubblicazioni, l’organizzazione di seminari e convegni di rilevanza internazionale e la realizzazione di collaborazioni tra le Università del centro ed altre istituzioni per partecipare a bandi per il finanziamento di progetti di ricerca, italiani ed internazionali. Ulteriori obiettivi sono la collaborazione con associazioni di imprese, istituzioni pubbliche e organizzazioni del mondo civile per promuovere la sostenibilità nel consumo e nella produzione e l’analisi di specifici progetti di sviluppo economico che coinvolgano l’uso e la gestione delle risorse naturali”.

“SEEDS – conclude Mazzantisvolgerà le proprie attività scientifiche coinvolgendo anche altri gruppi di ricerca, valorizzando i  risultati ottenuti e promuovendo attività didattiche e di alta formazione in collaborazione con una più vasta rete nazionale e internazionale di docenti e ricercatori”.

Google+
© Riproduzione Riservata