• Google+
  • Commenta
17 marzo 2013

Culture Invisibili – Conferenza UniTrento: Studiosi sulle tracce delle culture invisibili

Università degli Studi di Trento – CULTURE INVISIBILI – Un confronto storico e archeologico tra dottorandi e giovani ricercatori. L’evento si svolgerà Martedì 19 e mercoledì 20 marzo, presso il Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Trento (Via Tommaso Gar, 14).

È dedicata ai gruppi culturali e sociali “invisibili”, cioè marginalizzati o esclusi dal normale processo di conservazione della memoria, la due giorni di studio organizzata a Trento e che vedrà la partecipazione di dottorandi e giovani ricercatori provenienti da diversi Paesi del mondo (Italia, Gran Bretagna, Stati Uniti, Canada, Svezia, Spagna, Francia, Giappone).

L’evento intende dare nuovo impulso alla riflessione sull’invisibilità in ambito storico e archeologico puntando sul dialogo multidisciplinare (dell’archeologia, della storiografia, della storia dell’arte, dell’antropologia culturale) e sulla partecipazione di giovani leve della ricerca umanistica provenienti da varie parti del mondo.

I casi di Culture Invisibili possono essere diversi. A volte delle cosiddette “culture invisibili” si hanno resti materiali, ma c’è assenza di fonti storiografiche o letterarie. Altre volte, invece, la loro esistenza è documentata soltanto da fonti letterarie, ma non vi è alcun riscontro archeologico. Prima ancora di tentare ricostruzioni della vita e dell’agire storico di queste “culture”, è necessario domandarsi le ragioni dell’oblio che le ha avvolte e nascoste agli occhi di chi è venuto dopo di esse.

La conferenza di Trento, dal titolo Culture Invisibili –  “Invisible Cultures: historical and archaeological perspectives”, nasce con lo scopo di riflettere su nuove possibili prospettive, concettuali e metodologiche, per spiegare e superare lo scoglio imposto da una documentazione storica e archeologica spesso carente e di restituire voce e presenza agli “invisibili” della storia. I coordinatori scientifici dell’iniziativa sono Viola Gheller e Francesco Carrer del Dipartimento di Lettere e Filosofia.

Le relazioni saranno distribuite in 4 sessioni tematiche. La prima, “Populations”, prenderà in considerazione le questioni dell’immigrazione e delle minoranze etniche, con particolare attenzione all’età antica e medievale.

La seconda sessione (“Gender”) tratterà dell’identità di genere all’interno di diversi contesti storici e geografici. Vi sarà poi una sessione relativa alle dinamiche socio-economiche (“Socio-economical Issues”), in cui si discuterà di marginalità sociale e povertà nel mondo antico e moderno.

Nell’ultima sessione (“Rural Communities”) verrà approfondita l’invisiblità storica e archeologica delle comunità rurali. È prevista, infine, una sessione in cui saranno presentati e discussi i poster preparati da alcuni relatori, riguardanti diversi casi studio legati al fulcro tematico della conferenza.

Informazioni e programma Culture Invisibili: http://events.unitn.it/en/invisible-cultures

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy