• Google+
  • Commenta
5 aprile 2013

Cinipede Galligeno. Soluzione dall’Università Umbria contro la vespa del castagno

Università degli Studi di PERUGIA – Porre un argine al cinipede galligeno, parassita che minaccia la sopravvivenza dei castagneti, è un problema che esiste in Italia e anche in Umbria, dove è al lavoro un gruppo di scienziati e ricercatori guidati dal prof. Carlo Ricci, ordinario di Entomologia della Facoltà di Agraria di Perugia e responsabile della sezione Arboricoltura e Protezione delle piante del Dipartimento Scienze agrarie e ambientali (DSAA).

L’Umbria grazie ai ricercatori dell’Ateneo di Perugia è in prima fila nella lotta al cinipede galligeno, noto anche come vespa del castagno, Il cinipede galligeno è comparso in Europa nel 2002 proveniente dal continente asiatico. Segnalato per la prima volta nei castagneti siti nei comuni di Boves e Peveragno  (Cuneo) si è diffuso successivamente in altri areali della penisola. I pesticidi e comunque gli strumenti messi a disposizione dalla chimica si sono rivelati inefficaci nel contrasto del cinipede gallileno. Per organizzare un controllo biologico della specie, il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (MiPAAF) nel 2011 ha messo in piedi una commissione scientifica e stanziato i primi fondi che sono stati distribuiti alle Regioni.

Nel 2012 la pericolosità del cinipede galligeno è stata segnalata da una serie di dati; il più eclatante, per l’Italia, quello che ha evidenziato in un solo anno una diminuzione nella produzione di castagne e marroni pari all’80%. In Umbria sono presenti castagneti in diversi comprensori, soprattutto nello spoletino e nel ternano. Le autorità regionali, e in prima fila l’Assessorato all’Agricoltura, che ha ottenuto dal MiPAAF un contributo di 40mila euro, ha incaricato il prof. Carlo Ricci, quale esperto del settore, di coordinare il gruppo di ricerca che è impegnato nella creazione di un centro di moltiplicazione di Torymus sinensis, antagonista naturale del cinipede galligeno nell’areale di origine (Cina), introdotto dal prof. Alberto Alma (Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari – Università degli Studi di Torino). Il centro è stato realizzato a Pompagnano  (Spoleto), presso l’Azienda Zengoni Zeno.

“Abbiamo partecipato di recente ad un incontro pubblico, promosso dall’amministrazione comunale spoletina  – sottolinea il prof. Ricci – in cui è stato fatto il punto della situazione. E’ stata un’utile occasione per aggiornare i dati e verificare i risultati ottenuti. Si è preso atto della necessità di andare avanti con il lavoro iniziato contro il cinipede galligeno in questo centro e che nel prossimo futuro dovrà proseguire anche in altre realtà”.

In seguito alla convenzione stipulata dalla Regione Umbria (dott. Francesco Grohmann) con il DSAA (prof. Marcello Guiducci), è stato affidato al dottore di ricerca Gabriele Rondoni l’incarico di svolgere la sperimentazione nel centro di Pompagnano, che ha ottenuto in tempi piuttosto rapidi risultati concreti e di evidente rilievo. In particolare, è stata messa a punto la produzione di Torymus, di cui a giorni saranno disponibili alcuni nuclei di adulti da distribuire in altre aziende costanicole dell’Umbria.

“I fondi finora resi disponibili non sono sufficienti per portare a termine detto controllo biologico, pertanto abbiamo elaborato – conclude il prof. Ricci – un progetto che prevede la creazione nel territorio umbro di altri centri di moltiplicazione di Torymus e la sperimentazione di un fungo, antagonista autoctono del cinipede, scoperto a Perugia. Questo progetto è stato presentato alla Regione Umbria, nell’ambito del Programma di Sviluppo rurale 2007-2013, coinvolgendo nove aziende costanicole ed il 3A-Parco Tecnologico Agroalimentare dell’Umbria (dott. Andrea Sisti).  Se la richiesta, come ci auguriamo, verrà accolta, potremo portare a termine in tempi ragionevolmente brevi la sperimentazione già felicemente avviata, con effetti anche sul piano operativo”.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy