• Google+
  • Commenta
30 aprile 2013

Dali. Parte il progetto R&S Dali diretto dall’Università di Trento e coadiuvato da Indra

Università degli Studi di TRENTO  – Indra partecipa nel progetto europeo di R&S Dali (Devices for Assisted Living) diretto dall’Università di Trento, che ha come obiettivo fornire una risposta globale alla riduzione delle capacità di mobilità delle persone anziane in ambienti urbani e non strutturati, con un sistema che li aiuta a circolare ed aumentare la loro autonomia e fiducia.

Per questo, il progetto R&S Dali integrerà elementi che aumenteranno i sensi in cui gli utenti hanno delle carenze, per rilevare situazioni di pericolo e suggerire azioni correttive per evitarle. L’obiettivo del progetto R&S Dali è quello di sostituire ed aumentare la funzione del badante della persona anziana durante le passeggiate fuori dal contesto familiare.

Attraverso un deambulatore robo-assistito dotato di diverse telecamere e sensori si potrà rilevare, ad esempio, la folla di persone, un blocco stradale o addirittura conoscere il proprio stato dell’utente. Da tutta questa informazione, la soluzione prenderà decisioni per evitare rischi o facilitare il viaggio alla persona anziana che, comunque, avrà sempre il controllo del movimento. La piattaforma impiega molteplici modi per interagire, visuale, auditivo o attraverso la vibrazione, per cercare di coprire l’intera gamma di esigenze degli utenti.

Tra le applicazioni previste dal progetto R&S Dali c’è quella di usare la soluzione per la navigazione all’esterno e nei centri commerciali aiutando, ad esempio, gli anziani nella ricerca dei prodotti. Altri possibili utilizzi della piattaforma sarebbero il loro uso nelle case di cura per guidare le persone con un certo grado di disabilità nel momento di recarsi a mangiare; in grandi ospedali, per indirizzarli verso il luogo dove si terrà la loro visita medica e in aeroporti o stazioni ferroviarie per portarli alle zone di partenza. Il deambulatore robo-assistito controlla anche il movimento dell’anziano, in modo tale da poter essere utilizzato anche nella riabilitazione e nella salute occupazionale.

Il progetto R&S Dali, finanziato dalla Commissione Europea attraverso il VII Programma Marco, è coordinato dall’Università degli Studi di Trento e il completamento è previsto per novembre del 2014. Indra è il membro leader nell’integrazione del prototipo e partecipano nel consorzio anche l’azienda spagnola Visual Tools, l’Università di Siena, l’entità francese Inria, il gruppo di ricerca greco Forth, l’Università di Northumbria e Siemens.

Indra è una delle principali multinazionali nell’ambito della tecnologia e della consulenza in Europa ed in America Latina ed è in piena espansione in altre regioni da economie emergenti. L’innovazione è alla base del suo business, altamente focalizzato sul cliente, e della sua sostenibilità. La multinazionale è posizionata tra le prime aziende europee del suo settore per investimenti in R&S, con oltre 550 milioni di euro investiti negli ultimi tre anni. Con un fatturato di circa 3 miliardi di euro, ha più di 42.000 dipendenti e clienti in 128 paesi.

In Italia, Indra possiede sedi a Roma, Milano, Napoli, Bologna e Matera e ha una solida offerta di soluzioni e servizi di alto valore aggiunto nei settori di Finanza, Energia e Utilities, Telecomunicazioni, Pubblica Amministrazione e Sanità, Industria, Trasporto e Traffico e Sicurezza e Difesa.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy