• Google+
  • Commenta
31 maggio 2013

Storia di Varese. Pubblicato il nuovo volume de la storia di Varese

Università degli Studi INSUBRIA Varese-Como – Pubblicato il nuovo volume de la storia di Varese. Mercoledì 5 giugno alle ore 18.00, al Salone Estense del Comune di Varese

L’opera la storia di Varese compie una indagine sul territorio in chiave eco-storica: ossia analizza la storia dei luoghi sulla base dell’interazione tra uomo e ambiente naturale

Il progetto editoriale de La Storia di Varese, realizzato dal Centro Internazionale di Ricerca per le Storie Locali e le Diversità Culturali dell’Università dell’Insubria (International Research Center for Local Histories and Cultural Diversities), si arricchisce di un nuovo volume: Varese e dintorni nelle terre dell’alta-Insubria: problematiche di metodo in prospettiva eco-storica”. Quest’ultimo volume, che va ad aggiungersi ai cinque già pubblicati, è curato dal professor Luigi Zanzi, già docente dell’Università degli Studi dell’Insubria.

La presentazione del volume la storia di Varese è in programma mercoledì 5 giugno alle ore 18.00, al Salone Estense del Comune di Varese; intervengono, oltre all’autore, la professoressa Claudia Storti, Direttore Scientifico del Centro Internazionale di Ricerca per le Storie Locali e le Diversità Culturali, il professor Giuseppe Armocida dell’Università degli Studi dell’Insubria e il professor Riccardo Blumer dell’Accademia di Mendrisio. A margine della presentazione è prevista la proiezione di alcune fotografie di Paolo Zanzi sul paesaggio varesino e una performance di pittura dal vivo del pittore varesino Antonio Pedretti.

In questo volume la storia di Varese l’indagine sul territorio insubre assume una dimensione eco-storica, del tutto innovativa nell’ambito della metodologia della ricerca;  l’analisi della storia di un luogo che si basa sulla teoria dell’interazione dell’uomo con l’ambiente naturale. Con queste premesse metodologiche il volume analizza il “caso” di Varese, città inserita nell’ambiente naturale peculiare della regione “insubrica”, che con le sue caratteristiche e le trasformazioni del paesaggio via via delineatesi, ha reso possibile nel tempo differenti occasioni di insediamento antropico.

Il volume la storia di Varese è corredato da un ricco apparato fotografico e iconografico.

Per la stampa del volume la storia di Varese è stato decisivo il sostegno di Provincia di Varese, Comune di Varese, Camera di Commercio di Varese, FICEP SpA e Fondazione Maria Giussani Bernasconi per il Restauro d’Arte e per gli Studi Umanistici.

Il progetto editoriale de La Storia di Varese nasce nel 2004 su iniziativa del Centro Internazionale di Ricerca per le Storie Locali e le Diversità Culturali dell’Università degli Studi dell’Insubria: si tratta di un’opera monumentale che in nove volumi (volume 1: “Profili”; 2: “Storia dell’Arte a Varese e nel suo territorio”, 3: “Antichità – Dalla Preistoria all’Alto Medioevo”; 4: “Medioevo”; 5: “L’età moderna – Varese nell’Impero”; 6: “L’Ottocento”; 7: “Il Novecento”; 8: “Lingua e Scritture”; 9: “Dizionario Biografico”) per un totale di 5.400 pagine racconta la storia della Città Giardino dalla protostoria all’epoca contemporanea. Finora sono stati pubblicati il secondo tomo del volume 4 dal titolo: “Il Monastero di Santa Maria del Monte sopra Varese”; il secondo tomo del volume 7 dedicato al tema: “Varese una provincia con la cultura dello sport” e il secondo tomo del primo volume, dal titolo: “Varese nelle antiche stampe. XVII-XIX secolo”; Storia dell’Arte a Varese e nel suo territorio” in due tomi, a cui entro l’anno seguirà la pubblicazione del volume sull’archeologia romana, curato dal professor Maurizio Harari.

Google+
© Riproduzione Riservata