• Google+
  • Commenta
6 maggio 2013

Traduzione e Mediazione Linguistica. Seminario internazionale di traduzione e mediazione linguistica all’Unimore

Università degli Studi di MODENA e REGGIO EMILIA – Seminario internazionale di traduzione e mediazione linguistica

La mediazione linguistica e culturale strumento fondamentale per l’accesso e la gestione di numerosi servizi pubblici, tra cui quelli sanitari, è al centro di un seminario internazionale promosso dal Dipartimento di Studi Linguistici e culturali dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia. L’appuntamento giovedì 9 e venerdì 10 maggio 2013 a Modena.

Un dibattito dedicato agli aspetti più importanti che riguardano la mediazione linguistico -culturale al centro di un seminario internazionale organizzato dall’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia.

Assuring access to essential public services: Training issues in interpreted-mediated interaction” è il titolo della due giorni, promossa per giovedì 9 e venerdì 10 maggio 2013 dal Dipartimento di studi linguistici e culturali, che vedrà riunirsi a Modena presso l’Aula Q del Complesso universitario San Geminiano (v. San Geminiano, 3) alcuni dei principali esperti internazionali che si occupano di tematiche legate alla traduzione linguistica e culturale, alla formazione e accesso ai servizi.

Il seminario internazionale di traduzione e mediazione linguistica– ha spiegato il prof. Claudio Baraldi promotore dell’incontro assieme alla prof. Laura Gaviolisi occupa della mediazione linguistico-culturale, nella quale un mediatore esperto traduce tra lingue e culture diverse. Si tratta di un tema che sta riscuotendo un interesse crescente nei servizi pubblici, in particolare in quelli sanitari, che hanno crescenti esigenze di aprirsi ai cittadini e residenti di diverse provenienze geografiche e linguistiche. I servizi sanitari emiliano-romagnoli e in particolare quelli attivi nelle Province di Modena e Reggio Emilia, hanno da diversi anni creato servizi di mediazione di elevata qualità.

Il seminario internazionale di traduzione e mediazione linguistica inizia giovedì 9 maggio alle ore 14.30  con l’introduzione della prof.ssa Véronique Traverso del Laboratoire ICAR, CNRS Lyon 2 (Francia), seguita dall’intervento dal titolo “Interaction in immigrant families: Negotiating understanding as an “intercultural moment” da parte della  prof.ssa  Galina Bolden, Rutgers University (USA). Quindi sarà la volta del prof. Graham Turner della University of Herriot-Watt (UK) su Ensemble interpreting for essential public services” e della prof. Cecilia Wadensjö, University of Stockholm (Sweden) su “Perspectives on role play for interpreters – analysis, training and assessment.

La seconda giornata del seminario internazionale di traduzione e mediazione linguistica, venerdì 10 maggio, la prof. Laura Gavioli modererà l’incontro e introdurrà a partire dalle ore 9.00 i contributi della prof. Daniela Zorzi (Università di Bologna), che parlerà di “Learning to carry out interpreting tasks in talk. A seguire il prof. Franz Pöchhacker (Universität Wien – Austria) disserterà su “Community interpreter training:a multi-tier and modular approach. Concluderà la serie degli interventi principali il dott. Antonio Chiarenza dell’Ufficio Ricerca e Innovazione dell’AUSL di  Reggio Emilia che parlerà di “Intercultural and linguistic mediation as part of a system strategy to address inequities in health care: the case of Reggio Emilia”.

Google+
© Riproduzione Riservata