• Google+
  • Commenta
23 settembre 2013

Cà Foscari. I nuovi appuntamenti all’Università Cà Foscari: italy meets, una finestra sul mondo

Università “Cà Foscari” di VENEZIA – Nuova serie di appuntamenti, all’Università Cà Foscari, con storie e curiosità inedite dei Paesi del globo

Cà Foscari italy meets, una finestra sul mondo. Costarica il paese piu’felice del pianeta

Primo appuntamento il 24 settembre, a CFZ, con la mostra “Costa Rica, il paese più felice del mondo”, il 30 settembre un’intera giornata dedicata all’Ecuadortaly meets, uno sguardo sul mondo dalle finestre di Cà Foscari.

Culture, popolazioni, curiosità, mostre e dibattiti  provenienti da ogni angolo del globo sbarcano nell’ateneo lagunare dalla storica vocazione internazionale.

Un viaggio intorno al mondo al Cà Foscari, fra storie e testimonianze per portare in laguna il bagaglio culturale di tanti Paesi

Italy meets Cà Foscari prende avvio martedì 24 settembre (ore 17.30) con la mostra “Costa Rica, il paese più felice del mondo” per continuare lunedì 30 settembre con una seconda puntata tutta dedicata all’Ecuador nel convegno A “Nuevas geografías de Ecuador – Nuove geografie dell’Ecuador”.

Costa rica, il paese più felice del mondo al Cà Foscari Zattere: Dal 24 settembre al 20 ottobre orari: lun-ve 9-24; sabato 9-20; domenica 14-20. Ingresso libero

All’inaugurazione della mostra prenderà parte l’Ambasciatore del Costa Rica in Italia Dott. Jaime Feinzaig.

Le opere migliori di ventuno fotografi che hanno fatto ricorso all’ironia, all’autocritica, alla storia, alla natura e alla gente comune per esprimere la felicità del Costa Rica sono state raccolte nella mostra “Costa Rica, il paese più felice del mondo” in tour per l’Italia e l’Europa dopo lo straordinario successo dell’ esposizione a Roma.

Il titolo di questa mostra fotografica è collegato all’Indice di Felicità Planetaria (Happy Planet Index), che dal suo secondo rapporto nel 2009, vede il Costa Rica al primo posto mondiale, grazie a fattori come il benessere delle persone e lo sviluppo ecosostenibile.

Cosa fa del Costa Rica un Paese felice?

Oltre ad essere un “paradiso” naturale, con circa il 5% della biodiversità mondiale in soli 51.100 km2 (quasi come la superficie del Piemonte e Lombardia insieme) e con più del 30% del suo territorio protetto in parchi naturali, il Costa Rica è una tra le democrazie più antiche del continente americano.

Fiero della sua eredità e della sua tradizione di pace, è stato uno dei primi paesi ad abolire la pena di morte e dal 1948 non ha più l’esercito.

Dall’abolizione delle forze armate, lo Stato ha canalizzato le risorse disponibili verso la sanità e l’educazione. Oggi la sua popolazione di 4,3 milioni di persone ha un tasso di alfabetizzazione del 96% e gode di una speranza di vita alla nascita di 79,3 anni. Grazie a questi indici e alla sua vocazione ecologista, il Costa Rica occupa il primo posto dell’Happy Planet Index dal 2009.

L’Indice di Felicità Planetaria è un progetto della New Economics Foundation, un’organizzazione indipendente inglese la cui finalità è l’individuazione e la promozione del reale benessere economico di ogni paese con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita, attraverso la promozione di soluzioni innovative che sfidino il pensiero convenzionale sulle questioni economiche, ambientali e sociali.

Per valutare le nazioni, l’Indice prende in considerazione tre parametri: il benessere dei cittadini, la speranza di vita alla nascita e l’impronta ecologica, che misura la relazione tra il consumo umano di risorse naturali e la capacità della terra di rigenerarle. Si fa quindi la media degli indici indicati e da questo si stila una classifica. Il risultato degli ultimi due rapporti ha confermato il Costa Rica come il paese più felice del mondo.

Gli artisti autori delle foto in mostra: Alberto Coto, Camille Zurcher, Esteban Fernández, Francisco Coto, Irina Yébenes, Iris Odio, Isaac Martínez, Joan Lukowiecky, José Díaz, Karen Clachar, Karla Solano, Luis Monge, Maurizio Bianchi, Priscilla Ramírez, Ricardo Vílchez, Rodrigo Rubí, Ronald Reyes, Víctor Vega, Vilma Soto, Walter Rojas y Yessenia Ortiz.

Nuove geografie dell’Ecuador Lunedì 30 settembre, Aula Baratto, ore 10. A Cà Foscari un intero appuntamento dedicato all’Ecuador  con la partecipazione di autorità italiane, ecuadoregne e personalità di rilievo internazionale che scambieranno opinioni e punti di vista sulle nuove frontiere economiche, politiche, culturali e ambientali di questo paese.

L’Ecuador è un paese pieno di sorprese , basti citare che possiede una delle maggiori  risorse idriche a livello mondiale,  una biodiversità spettacolare, incrocio di molti popoli e culture ed il suo governo sta attuando una forte accelerazione alle politiche sull’educazione superiore.

Google+
© Riproduzione Riservata