• Google+
  • Commenta
24 settembre 2013

Unive. L’università Cà Foscari Unive e Aic contro il razzismo

Università “Cà Foscari” di VENEZIA – Partiranno dalle scuole del Veneto le prime iniziative in collaborazione con l’Osservatorio presentato oggi in ateneo con Damiano Tommasi e Lilian Thuram

L’università Cà Foscari Unive e Aic contro il razzismo.

Nasce a Unive l’osservatorio calciatori sotto tiro

All’iniziativa Unive contribuisce il Master sull’Immigrazione.

Fenomeni migratori e trasformazioni sociali di Unive. Con il sostegno di Lotto Sport Italia che finanzia una borsa di studio

Da Unive nasce l’Osservatorio calciatori sotto tiro, frutto dell’iniziativa dell’Associazione Italiana Calciatori con la collaborazione dell’ateneo veneziano, per vocazione da sempre attento ai temi dell’internazionalizzazione, delle lingue e culture del mondo.

La novità è stata annunciata oggi, a Unive, durante il convegno ‘Calcio e culture. Uniti contro il razzismo’, organizzato dal Master sull’Immigrazione dell’Università Unive e dall’Associazione Italiana Calciatori.

Ospiti di Unive Damiano Tommasi, Presidente dell’Associazione Italiana Calciatori,  e Lilian Thuram, Campione del mondo 1998 con la Nazionale francese e autore di “Le mie stelle nere”.

Secondo Lilian Thuram «rispetto al problema del razzismo è indispensabile seguire modelli adeguati. Dobbiamo tutti chiederci cosa significa essere nero o essere bianco, e chiederci perché al nero viene sempre dato un valore negativo e al bianco uno positivo. Le persone non vanno costrette in un genere ma guardate per quello che sono».

Damiano Tommasi: «Dobbiamo recuperare l’innocenza dei bambini quando non si è influenzati da alcun pregiudizio che entra in gioco più tardi, da adulti. Quando si è piccoli non si vedono i colori della pelle ma contano solo i valori veri». Tommasi ha quindi analizzato la situazione attuale dove «l’anonimato dello stadio e della rete internet permette ad alcuni di essere razzisti. Persone che a casa magari hanno una fidanzata di colore ma poi allo stadio espongono striscioni razzisti».

Il debutto dell’Osservatorio vedrà il Master e Unive coordinare una rete di scuole e associazioni sportive con la finalità di coinvolgere in modo permanente le nuove generazioni anche attraverso lo sport in una prospettiva di integrazione reciproca tra le popolazioni autoctone e le popolazioni immigrate in un’ottica di vera interculturalità. Una iniziativa fortemente voluta per sensibilizzare l’opinione pubblica – in primis i giovani e gli studenti – sulla necessità di contrastare e segnalare qualsiasi gesto di intimidazione, offesa e minaccia che abbia per oggetto i giocatori di calcio, tanto a livello professionistico quanto dilettantistico.

Il convegno, moderato da Gian Antonio Stella, è stato introdotto da un saluto del Rettore di Unive Carlo Carraro: «Una iniziativa lodevole che come ateneo promuoviamo e intendiamo far crescere – ha detto Carraro – l’università non è infatti solo un luogo di trasmissione di conoscenza e sapere ma anche un luogo in cui coltivare valori. La cultura dell’integrazione è uno di questi valori in grado, attraverso iniziative di sensibilizzazione come queste, di formare le coscienze dei nostri giovani e combattere quindi discriminazioni e razzismo».

Soddisfazione per l’iniziativa ha espresso anche il ministro con delega allo sport Graziano Del Rio: «Sono contento di questa iniziativa, abbiamo bisogno a tutti i livelli di sollecitare un confronto sui temi del razzismo e della discriminazione – ha detto il ministro. La parola è uno strumento, così come i gesti del corpo, che va usata nella maniera giusta. Serve più che mai un salto culturale».

Il presidente della Federazione Italiana Gioco Calcio Giancarlo Abete ha fatto pervenire un messaggio in occasione del convegno: «La formazione e la prevenzione costituiscono obiettivo primario anche nell’ambito sportivo. Per questo motivo l’iniziativa dell’Università Cà Foscari Unive e dell’AIC assume particolare rilievo. La qualità dei relatori presenti – che nel loro impegno civile hanno sempre testimoniato attenzione a questi valori – dà ulteriore forza e significato all’iniziativa. La Federazione conferma il proprio impegno sia a livello nazionale che internazionale per una forte attenzione su tali temi che risultano centrali».

Pietro Basso, Direttore del Master sull’Immigrazione di Cà Foscari Unive : «La volontà è quella di fare di Unive un centro di iniziative che faccia rete con le scuole sia per monitorare il fenomeno del razzismo sia per proporre buone pratiche di contrasto a ogni forma di discriminazione. L’università e la scuola hanno un ruolo fondamentale nel combattere la violenza e per questo il Rettore ha sostenuto fortemente questa iniziativa».

A sostegno dell’iniziativa anche Lotto Sport Italia che ha messo a disposizione una borsa di studio a favore di uno studente meritevole che voglia frequentare il Master sull’Immigrazione. Il presidente Andrea Tomat: «Il Master sull’Immigrazione è un percorso formativo di grande valore: un’iniziativa che, in una società sempre più globalizzata ma poco integrata, vuole essere uno  strumento per la promozione ed il radicamento di valori fondamentali. Convivenza e prosperità si basano su principi essenziali: libertà e  rispetto delle persone e delle tradizioni dei territori, equità e merito, tolleranza e eguaglianza.” – dichiara Andrea Tomat, Presidente Lotto Sport Italia – “Sono principi che lo Sport può sostenere e diffondere perché naturalmente connessi alla competizione sportiva dove vince il migliore, ma dove la partecipazione è ancora più importante, come affermano i principi Olimpici, seguendo un indirizzo di universalità della rappresentanza. E’ quindi con grande piacere che abbiamo aderito a questo progetto e mi complimento con il Rettore Carlo Carraro per l`iniziativa. Lotto Sport Italia ha deciso di contribuire concretamente con l’istituzione di una borsa di studio a favore di uno studente meritevole che voglia frequentare il Master sull’Immigrazione sottolineando cosi  la piena  condivisione dei valori che hanno portato all’istituzione del Master».

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy