• Google+
  • Commenta
18 ottobre 2013

LUMSA. Corso di perfezionamento in Diritto Vaticano

La crisi del Vaticano

Libera Università degli Studi “Maria SS.Assunta” Roma – Per i giuristi ma non solo, un’opportunità di formazione sull’ordinamento vaticano alla LUMSA

Corso in Diritto Vaticano

Corso in Diritto Vaticano

Corso di perfezionamento in Diritto Vaticano alla LUMSA

Scade il 28 ottobre il termine per partecipare al Corso LUMSA di perfezionamento in Diritto Vaticano, promosso dalla Scuola di alta formazione in Diritto canonico, ecclesiastico e vaticano della Libera Università Maria Santissima Assunta LUMSA di Roma, per l’anno accademico 2013-2014.

Il Corso della LUMSA, diretto dal prof. Giuseppe Dalla Torre, avrà inizio il 15 novembre e proseguirà fino al 6 giugno. Al termine delle lezioni, che avranno luogo ogni venerdì pomeriggio presso la sede della LUMSA, si terrà una prova finale e verrà rilasciato un attestato di partecipazione. Trenta è il numero massimo di partecipanti al corso LUMSA.

L’obiettivo del Corso della LUMSA – che sarà accreditato presso il Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Roma e sarà utile per il riconoscimento di crediti formativi – è quello di contribuire ad una preparazione scientifica dettagliata in ogni ramo dell’ordinamento vaticano. Ampio il target dei destinatari del corso LUMSA: non solo avvocati, ma anche operatori degli enti ecclesiastici, ricercatori, cultori delle materie ecclesiastiche e laureati.  I partecipanti potranno modulare la loro frequenza delle lezioni in base agli interessi specifici.

Il programma formativo del corso della LUMSA comprende una parte generale con una riflessione su:

  • diritto canonico;
  • Santa Sede e Curia Romana;
  • garanzie di libertà della Santa Sede;
  • principi costitutivi e costituzionali.

Vi è poi una parte specifica per l’indirizzo forense che si concentrerà per lo più su:

  • ordinamento giudiziario; diritto e procedura civile;
  • diritto del lavoro;
  • diritto e procedura penale;
  • diritto amministrativo.

Infine,l’indirizzo amministrativo guarderà a:

  • principio di legalità e ordinamento giudiziario;
  • diritto amministrativo; governo;
  • diritto del lavoro;
  • condizione degli enti;
  • sistema finanziario e monetario;
  • riciclaggio da attività criminose e finanziamento del terrorismo;
  • sicurezza pubblica e polizia giudiziaria; extraterritorialità e Stato.
Google+
© Riproduzione Riservata