• Google+
  • Commenta
4 ottobre 2013

Università di Ferrara. Trattamento dell’epilessia: intervento di Elena Cattaneo

Università di FERRARA – L’intervento di Elena Cattaneo, illustre scienziata e Senatrice a vita oggi al convegno del progetto

“Terapie geniche innovative per il trattamento dell’epilessia (EPIXCHANGE)”

Si è tenuto questa mattina, venerdì 4 ottobre, alle ore 11 nell’Aula D7 del Polo Chimico Bio Medico dell’Università di Ferrara, (via L. Borsari, 46), l’intervento di Elena Cattaneo, famosa e influente scienziata e Senatrice a vita dal 2013, all’interno del convegno nell’ambito del progetto “Terapie geniche innovative per il trattamento dell’epilessia (EPIXCHANGE)”.

L’iniziativa dell’Università di Ferrara, a cui sono intervenuti anche Joseph Glorioso, leader mondiale nel campo della terapia genica, e altri studiosi di fama internazionale e rappresentanti di imprese che partecipano al progetto, ha trattato le più recenti scoperte scientifiche nell’ambito della terapia genica e cellulare per le patologie neurologiche e le problematiche relative alla loro implementazione nella pratica clinica.

“Iniziato ufficialmente  il 1° dicembre 2011 – spiega Michele Simonato, Professore associato del Dipartimento di Scienze Mediche – il progetto coinvolge l’Università di Ferrara con il Dipartimento di Scienze Mediche (centro coordinatore), l’Università di Lund, Divisione di Neurologia, Scienze Cliniche per la Svezia, una piccola-media impresa (PMI), la danese NsGene, che sviluppa nuovi prodotti biologici per il trattamento di malattie neurologiche e la società BioViron di Lione in Francia specializzata nello sviluppo e nella produzione di un particolare tipo di vettori per la terapia genica, chiamati ampliconi”.

“Obiettivo di EPIXCHANGE – prosegue Simonato – è studiare nuove strategie terapeutiche per l’epilessia. Circa il 30-40% dei pazienti epilettici sono refrattari ai farmaci attualmente disponibili, che sono per lo più sintomatici e spesso presentano gravi effetti collaterali. Non è disponibile alcuna terapia per prevenire lo sviluppo di epilessia in soggetti a rischio. EPIXCHANGE si propone di sviluppare strategie terapeutiche radicalmente nuove. In particolare, l’impianto di cellule capaci di rilasciare proteine terapeutiche nella zona cerebrale coinvolta nella patologia, l’iniezione di vettori virali e il trapianto di cellule”.

Co-finanziato dalla Commissione europea, all’interno dell’azione Marie Curie IAPP, come partenariato industria-università, EPIXCHANGE conclude Simonato … “ mira a creare percorsi professionali dinamici tra organismi pubblici di ricerca e imprese commerciali private, in particolare le PMI, sulla base di programmi di cooperazione a lungo termine. L’azione è attuata attraverso il sostegno ad un programma di scambio di ricercatori”.

Google+
© Riproduzione Riservata