• Google+
  • Commenta
11 ottobre 2013

Università di Padova. Tecnologia informatica e opera d’arte: Maurizio Seracini all’Unipd

Università di PADOVA – Tecnologia informatica e opera d’arte. Maurizio Seracini in aula magna del’Università di Padova lepschy di ingegneria

Cesare Brandi, grande critico d’arte, scriveva che ”il restauro costituisce il momento metodologico del riconoscimento dell’opera d’arte nella sua consistenza fisica e nella duplice polarità estetica e storica, in vista della sua trasmissione nel futuro”.

L’opera, pur atemporale per definizione, non appena concepita comincia a essere vittima di agenti che ne compromettono lo stato di conservazione. Ed è qui che il restauro interviene, sulla materia, restituendo appunto “l’originalità” del manufatto evitando il falso, artistico o storico, e senza cancellare la traccia del passaggio del tempo.

Se in Leon Battista Alberti il restauro del vecchio edificio è l’assorbimento in uno nuovo, rimane vero come il mestiere del restauro sia legato strettamente agli strumenti di lavoro che nei secoli incorporano sempre la “tecnologia” più avanzata. Nel Seicento si scrivono i primi manuali sulle prassi del restauro, ma è solo nel Novecento che esso evolve verso un rapporto più critico con l’opera d’arte fino agli anni Settanta in cui si impone il restauro conservativo.

Recentemente la tecnologia informatica, in relazione al restauro, è emersa nella ricerca della “Battaglia di Anghiari” a Firenze e Maurizio Seracini, a questa indagine, ha dedicato gran parte dei suoi sforzi. Le tecniche di indagine usate da Seracini hanno un alto contenuto tecnologico: si avvalgono di scanner a luce strutturata, modellazione 2D e 3D, radiografia, riflettografia IR, fotografia della fluorescenza UV e diagnostica analitica che opera attraverso microscopia ottica in luce riflessa, microscopia ottica in fluorescenza UV e in luce trasmessa, microscopia elettronica a scansione, fluorescenza X, diffrazione a raggi X e gas-cromatografia/spettrometria di massa (GC/MS).

Per le Distinguished Lectures organizzate dal Dipartimento d’Ingegneria dell’Informazione dell’Università di Padova dedicate al mondo della tecnologia dell’informazione  e della comunicazione, Maurizio Seracini terrà lunedì 14 ottobre alle ore 15.00 nell’Aula Magna “A. Lepschy”, via Gradenigo 6b a Padova, la conferenza dell’Università di Padova dal titolo “La scienza della conservazione per i beni culturali: il ruolo dell’Information Technology”.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy