• Google+
  • Commenta
27 novembre 2013

All’Università degli Studi di Catania un bibliotecario per Lampedusa

Bookcrossing Unict

Università degli Studi di CATANIA – Un bibliotecario per Lampedusa, al via una sottoscrizione promossa dagli studiosi siciliani di linguistica e filologia dell’Università degli Studi di Catania

Biblioteca Unict

Biblioteca Unict

La Società di Linguistica italiana, la Società italiana di Filologia romanza, l’Associazione per la Storia della Lingua italiana, il Centro di studi filologici e linguistici dell’Università degli Studi di Catania e la Società internazionale di Linguistica e Filologia italiana hanno promosso una sottoscrizione finalizzata a sostenere un contratto a progetto, destinato a una giovane o a un giovane lampedusano, che avrebbe l’incarico di schedare e ordinare i volumi della nuova biblioteca di Lampedusa, pervenuti a seguito dell’appello del sindaco Giusi Nicolini.

“Dopo i tragici fatti che hanno ancora una volta così duramente provato l’isola di Lampedusa – scrivono i presidenti delle società scientifiche Emanuele Banfi, Antonio Pioletti, Rita Librandi e Giovanni Ruffino – , abbiamo voluto esprimere al primo cittadino lampedusano il nostro sentimento di solidarietà e la sofferenza per la ennesima tragedia del mare, manifestando la nostra disponibilità ad offrire un segno tangibile della nostra partecipazione”.

“Dopo l’appello lanciato dal sindaco nei mesi scorsi – prosegue la nota, diffusa nella comunità scientifica italiana -, sono stati spediti da tutto il mondo centinaia di volumi, e altri continuano ad arrivare nell’Isola. Si pone ora l’esigenza di una accurata schedatura e di un funzionale ordinamento. Da questa significativa circostanza è scaturita l’ipotesi di sostenere un contratto a progetto, destinato a una giovane o a un giovane lampedusano. Ciò comporterebbe la necessità di radunare una non grande somma, utile per una attività di otto-dodici mesi”.

Chi vorrà aderire all’appello anche con un piccolo sostegno, potrà quindi utilizzare per i versamenti l’IBAN del Centro di studi filologici e linguistici siciliani:

Della iniziativa, il Centro di studi filologici e linguistici siciliani si fa garante e puntuale rendicontatore, oltre che esecutore amministrativo assieme al Comune di Lampedusa e al suo Sindaco.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy