• Google+
  • Commenta
5 novembre 2013

Dentro i premi Nobel, insieme all’Università degli Studi di Trento

Università degli Studi di TRENTO – Dentro i premi Nobel, insieme all’Università degli Studi di Trento

Università degli Studi di Trento

Università degli Studi di Trento

Sei incontri per conoscere i protagonisti, approfondire e discutere le assegnazioni dei premi Nobel 2013 con l’aiuto di docenti dell’Università degli Studi di Trento.

Si comincia mercoledì prossimo all’Università degli Studi di Trento con la riflessione sul premio Nobel 2013 per l’Economia.

Gli incontri dell’Università degli Studi di Trento, rivolti a studenti e cittadini, saranno guidati da ricercatori e professori che quotidianamente si occupano di affini a quelle dei premiati. Per il Premio Nobel per la PACE, attesa anche Valeria Santori, Senior Political Advisor dell’OPAC (organizzazione vincitrice 2013)

È l’onorificenza mondiale più ambita e conosciuta. Il premio Nobel, istituito nel 1895 per volontà di Alfred Nobel (18331896), chimico e industriale svedese, viene attribuito ogni anno a persone o organizzazioni che si siano distinte nei diversi campi dello scibile, «apportando considerevoli benefici all’umanità», per le loro ricerche, scoperte e invenzioni, per l’opera letteraria o per l’impegno in favore della pace mondiale. Spesso si tratta di nomi conosciuti non soltanto dagli addetti ai lavori, ma anche da un pubblico più vasto e non specializzato. Il grande interesse dei media e dell’opinione pubblica suscitato dalla consegna dei premi Nobel (il primo venne attribuito nel 1901) consente di accendere i riflettori, una volta all’anno, sui primati internazionali della ricerca e della cultura, suscitando dibattiti e riflessioni che coinvolgono ben al di là della comunità scientifica. L’assegnazione dei sei premi Nobel 2013 – per la medicina, la fisica, la chimica, la letteratura, la pace e l’economia – avvenuta alcune settimane fa, non fa eccezione, avendo stimolato plauso, prese di posizione, commenti e in alcuni casi anche polemiche a livello internazionale.

Alla riflessione sui recenti premi Nobel l’Università degli Studi di Trento dedica un ciclo di sei incontri tematici di approfondimento, rivolti non soltanto agli studenti, ma anche a tutti i cittadini. Un’opportunità per scoprire o approfondire la conoscenza dei personaggi che sono stati premiati in questa edizione con l’aiuto di docenti e ricercatori che quotidianamente si occupano di temi affini. Un modo per sentirsi parte del dibattito scientifico e culturale internazionale ed essere più consapevoli dei progressi della ricerca.

Il ciclo si è aperto lo scorso 30 ottobre alle 18 nella sala conferenze del Dipartimento di Economia e Management con l’incontro sul Premio Nobel per l’Economia a Eugene F. Fama, Lars Peter Hansen, Robert J. Shiller per “Le analisi empiriche sui prezzi delle attività finanziarie”. A discuterne con il pubblico è stato il professor Christopher Gilbert del Dipartimento di Economia e Management.

Il prossimo appuntamento sarà domani, martedì 5 novembre alle 18 al Dipartimento di Lettere e Filosofia (Aula 3) con l’incontro dedicato al Premio Nobel per la FISICA a François Englert, Peter Higgs per “La scoperta dei meccanismi che danno origine alla massa delle particelle subatomiche Higgs: per la teorizzazione del bosone che porta il suo nome”. Il relatore sarà il professor Ignazio Lazzizzera del Dipartimento di Fisica dell’Università degli Studi di Trento.

Di seguito il programma degli appuntamenti successivi all’Università degli Studi di Trento:

Lunedì 11 novembre ore 18.00 – Dipartimento di Lettere e Filosofia, Aula 6

Premio Nobel per la CHIMICA a Martin Karplus, Michael Levitt e Arieh Warshel per “Gli studi sullo sviluppo di modelli multiscala per i sistemi chimici complessi”. Relatore: Graziano Guella, Claudio Della Volpe, Dipartimento di Fisica, Università degli Studi di Trento

Giovedì 14 novembre ore 18.00 – Dipartimento di Lettere e Filosofia, Aula 3

Premio Nobel per la MEDICINA a James Rothman, Randy Schekman e Thomas Südhof per “Le scoperte sui meccanismi che regolano il sistema di trasporto all’interno delle cellule”. Relatore: Massimo Pizzato, Centro di Biologia Integrata CIBIO, Università degli Studi di Trento

Lunedì 18 novembre ore 18.00 – Dipartimento di Lettere e Filosofia, Aula 3

Premio Nobel per la PACE a OPAC (Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche) per “Gli sforzi per eliminare le armi chimiche”. Relatrice: Valeria Santori, Senior Political Advisor OPAC

Mercoledì 27 novembre ore 18.00 – Dipartimento di Lettere e Filosofia, Aula 3

Premio Nobel per la LETTERATURA a Alice Munro, “Maestra del racconto breve contemporaneo”. Relatrice: Sabrina Francesconi, Dipartimento di Lettere e Filosofia, Università degli Studi di Trento

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy