• Google+
  • Commenta
2 dicembre 2013

All’Unipd Concetto Marchesi: “settant’anni dopo”

Università degli Studi di PADOVA – “Concetto Marchesi: settant’anni dopo” Solenne celebrazione in Aula Magna del Bo Unipd

Unipd

Unipd

Il  9 novembre 1943 si tenne nell’Aula Magna del Bo Unipd la cerimonia di inaugurazione del 722° anno accademico. Alla presenza del ministro Biggini, Concetto Marchesi, Rettore appena nominato dall’Unipd, caccia dall’Aula un gruppo di studenti fascisti, in divisa della Milizia, che erano intervenuti con atteggiamento provocatorio.

Nel suo discorso inaugurale lancia “in nome dell’Italia dei lavoratori, degli artisti, degli scienziati” un appello alla pace, alla fratellanza, alla libertà. In seguito Marchesi, sorvegliato dalla polizia fascista, entra in clandestinità continuando a collaborare con la Resistenza veneta, soprattutto per l’organizzazione rifornimenti di armi e denaro, e per l’organizzazione della fuga di perseguitati politici, prigionieri alleati ed ebrei.

Prima di partire da Padova rivolge, il 1° dicembre 1943, il famoso appello agli studenti che può essere considerato uno dei primi inviti alla resistenza armata contro il nazifascismo: “Una generazione di uomini ha distrutto la vostra giovinezza e la vostra Patria; vi ha gettato tra cumuli di rovine: voi dovete tra queste rovine portare la luce di una fede, l’impeto dell’azione, e ricomporre la giovinezza e la Patria. (…) Per la fede che vi illumina, per lo sdegno che vi accende, non lasciate che l’oppressore disponga ancora della vostra vita, fate risorgere i vostri battaglioni, liberate l’Italia dalla servitù e dalla ignominia, aggiungete al labaro della vostra Università la gloria di una nuova e più grande decorazione in questa battaglia suprema per la giustizia e per la pace del mondo.”

Giovedì 5 dicembre alle 10.30 in Aula Magna “Galileo Galilei” di Palazzo Bo Unipd verranno ricordati gli avvenimenti del giorno dell’inaugurazione con un appuntamento dal titolo “Concetto Marchesi: settant’anni dopo”.

La giornata prevede la lettura del testo “Fu in quell’istante che apparve Marchesi” di Daniele Nigris, che cura anche la regia della pièce, e che vede la partecipazione di Riccardo Berlanda, David Burigana e Maria Celeste Carobene.

Al termine della rappresentazione dopo l’introduzione di Giuseppe Zaccaria, Magnifico Rettore dell’Unipd, lo storico Carlo Fumian terrà la relazione dal titolo “Il 1943: la scelta della Resistenza”.

Google+
© Riproduzione Riservata