• Google+
  • Commenta
19 dicembre 2013

Università Cattolica: Premio PE.SU. 2013: celebrati i vincitori a Santiago del Cile

La Cattolica scala il QS World University Ranking

Università Cattolica del Sacro Cuore – Premio PE.SU. 2013: celebrati i vincitori a Santiago del Cile

Università Cattolica

Università Cattolica

Scelti i migliori lavori giornalistici sulla sostenibilità: per la quinta edizione del premio cileno si rinnova la collaborazione tra Almed e l’azienda di telefonia

È Amaro Gómez-Pablos della rete TVN, uno tra i giornalisti televisivi più noti in Cile, ad essersi aggiudicato il premio PE.SU. 2013, categoria Tv, e ad aver vinto anche la selezione della giuria che assegna una menzione speciale per il miglior lavoro tra i vincitori: grazie a questo riconoscimento, Gómez-Pablos avrà l’opportunità di essere ospitato per una settimana alla Scuola di giornalismo dell’Università Cattolica di Milano in primavera.

Il lavoro presentato dal giornalista s’intitola “La ruta del plastico” (La rotta della plastica) ed è un lungo e approfondito reportage sul ciclo della plastica e sui suoi effetti negativi per l’ambiente. Tra gli oltre cento lavori pervenuti in questa edizione nell’ambito delle categorie Tv, Radio, Stampa e On-line (quasi il doppio rispetto al 2012, segnale di un successo crescente del Premio), gli altri vincitori selezionati per le singole categorie sono stati Nicolás Alonso della rivista Que pasa, Soledad Onetto e Sebastián Esnaola conduttori del programma radiofonico Linkeados di Radio Cooperativa e Juan Ignacio Villalobos del sito Elciudadano.cl. Sono questi i cinque vincitori della quinta edizione del Premio Periodismo RSE (da quest’anno noto anche come Premio PE.SU. – Periodismo Sustentable) che celebra i migliori lavori giornalistici realizzati dai media cileni nell’ambito della Responsabilità sociale d’impresa (RSI). Per la seconda volta dopo l’edizione del 2012, la Scuola di Giornalismo dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano ha partecipato alla selezione dei lavori vincenti, nell’ambito di un’alleanza internazionale unica nel suo genere, con la mission di promuovere la sostenibilità ambientale e la responsabilità sociale d’impresa. Il premio è finanziato dal partner Entel, primo operatore telefonico in Cile.

Nel dettaglio, l’elaborato di Nicolás Alonso pubblicato sulla popolare rivista latina Que pasa è intitolato “Geeks in movimento” e tratta di un team di giovani universitari cileni che ha inventato alcune applicazioni utili alle persone disabili. Soledad Onetto e Sebastián Esnaola hanno analizzato durante il 2012 attraverso il programma Linkeados di Radio Cooperativa i risvolti più economici e tecnici della sostenibilità ambientale e finanziaria. Per quanto riguarda invece il vincitore della categoria on-line, Juan Ignacio Villalobos del sito Elciudadano.cl, è stato premiato il lungo articolo intitolato “Sociedad y medioambiente: una perspectiva de la crisis hídrica de la Región de Atacama” (Società e ambiente: una prospettiva della crisi idrica nella Regione di Atacama), che fonde l’investigazione scientifica alla divulgazione giornalistica per rendere un’analisi compiuta sulla problematica enunciata nel titolo.

La giuria internazionale era composta da due rappresentanti cileni e tre italiani: Mauricio Campusano, direttrice del programma di Responsabilità sociale corporativa di Entel; Carla Belitardo, direttrice del programma di Responsabilità sociale corporativa di Ericcson Latinoamerica; Sergio Campos, noto giornalista cileno; Marco Lombardi, direttore della Scuola di Giornalismo dell’Università Cattolica; Matteo Scanni, responsabile delle testate della Scuola; Gianluca Schinaia, socio fondatore dell’agenzia FpS Media ed esperto di sostenibilità.

Alla cerimonia celebrata a Santiago del Cile della consegna dei premi avvenuta lo scorso 10 dicembre, ha partecipato anche il direttore della Scuola di giornalismo Marco Lombardi, che ha dichiarato: “L’impegno rinnovato di quest’anno nella collaborazione con Entel conferma la crescente qualità dei lavori presentati, segnalata anche dal prestigio dei partecipanti e dalla freschezza delle tematiche presentate: il premio PE.SU. è diventato grande, e sicuramente l’alleanza con Almed ha agevolato questa evoluzione”.

L’ospite della premiazione, il direttore generale di Entel Antonio Büchi ha concluso la cerimonia dicendo: “Finalmente abbiamo concluso la quinta edizione del Premio Periodismo Sustentable PE.SU. che abbiamo organizzato insieme all’Università Cattolica di Milano. Siamo molto orgogliosi della grande partecipazione che abbiamo registrato quest’anno, ma soprattutto che siano sempre di più i media partecipanti che presentino lavori eccellenti e di gran qualità giornalistica, un impegno importante per collaborare nella costruzione di un Cile più sostenibile”.

Alla cerimonia erano presenti anche Sergio Campos, membro della giuria PE.SU. e Premio Nazionale di Giornalismo in Cile 2011 (la massima onorificenza di categoria) e Nicolás Brancoli, delegato di Ericsson. Dal 2007 Entel ha avviato una politica di responsabilità sociale d’impresa incentrata sulla promozione delle tematiche della sostenibilità ambientale, economica e sociale creando a tal proposito nel 2009 anche un premio giornalistico sull’argomento. E per sostenere quest’ultima iniziativa, che ha ormai raggiunto una rilevanza internazionale, Entel ha chiesto l’ausilio di una realtà accademica italiana di primo livello. Nasce così la partnership tra l’istituto milanese e l’impresa cilena, che dall’edizione 2012 ufficializza la partecipazione dei docenti della Scuola di Giornalismo dell’Università Cattolica alla selezione dei lavori da premiare. Il prossimo appuntamento sarà in primavera, quando il vincitore della menzione speciale PE.SU. 2013 Amaro Gómez-Pablos sarà ospitato dall’ateneo milanese.

Per tutti i dettagli, consultate il sito ufficiale del Premio Pesu all’indirizzo www.pesu.cl, che oltre a descrivere la storia e le modalità della selezione, fornisce una serie di news sul mondo della sostenibilità in tre lingue diverse: spagnolo, italiano, inglese.

Google+
© Riproduzione Riservata