• Google+
  • Commenta
10 dicembre 2013

Università di Bologna: L’Italiano che leggono gli Italiani

Università di BOLOGNA – L’italiano che leggono gli italiani all’Università di Bologna: Sala della cultura Palazzo Pepoli, 12-13 dicembre

Università di Bologna

Università di Bologna

Un convegno allUniversità di Bologna per parlare di traduzione con i traduttori: nomi su cui l’attenzione del lettore sorvola, ma che danno la voce ai più importanti autori stranieri, determinandone anche la fortuna editoriale. E determinando, almeno in parte, la sorte della nostra lingua letteraria

Tenendo conto del fatto che la narrativa straniera tradotta in Italia arriva al 50-60% del totale dei titoli pubblicati, è evidente che l’italiano che leggono i lettori italiani è in gran parte quello delle traduzioni. L’editoria costituisce dunque l’officina in cui viene forgiato e definito l’italiano che viene consegnato ai lettori madrelingua.

Il convegno, ideato dalla traduttrice Simona Mambrini e da Gian Mario Anselmi, direttore del Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica dell’Università di Bologna, tenterà di avviare una riflessione comune sull’italiano di oggi, in particolare quello veicolato dalla traduzione editoriale/letteraria.

Saranno presenti al convegno dell’Università di Bologna linguisti, italianisti, editor di alcune tra le più importanti case editrici e i maggiori traduttori italiani: Massimo Arcangeli (docente di linguistica italiana presso l’Università di Cagliari), Anna Bissanti (traduttrice giornalistica e collaboratrice di Repubblica-L’Espresso), Ilide Carmignani (traduttrice dallo spagnolo: tra i suoi autori Borges e Garcia Marquez), Franca Cavagnoli (traduttrice dall’inglese: tra i suoi autori J. M. Coetzee e N. Gordimer), Franco Ferrari (docente di letteratura greca presso l’Università dell’Aquila e traduttore dell’Odissea), Alessandro Fo (docente di letteratura latina presso l’Università di Siena e traduttore dell’Eneide), Enrico Ganni (editor di Einaudi e traduttore dal tedesco: tra i suoi autori T. Mann e W. Benjamin), Ena Marchi (editor Adelphi e traduttrice dal francese: tra i suoi autori G. Simenon e M. Kundera), Beatrice Masini (editor di Rizzoli, autrice per l’infanzia e traduttrice della saga di Harry Potter), Yasmina Melaouah (traduttrice dal francese: tra i suoi autori D. Pennac e J. Genet), Antonietta Pastore (traduttrice dal giapponese: tra i suoi autori Murakami Haruki e Natsume Soseki), Alberto Rollo (editor di Feltrinelli e traduttore dall’inglese: tra i suoi autori W. Faulkner e J. Coe).

Google+
© Riproduzione Riservata