• Google+
  • Commenta
22 settembre 2014

RoboLaw Sant’Anna di Pisa, prime indicazioni etiche e giuridiche sui veicoli autonomi

Scuola Superiore di Studi Universitari e Perfezionamento S.Anna di Pisa – Nell’ambito del progetto RoboLaw, la coordinatrice Erica Palmerini della Scuola Superiore Sant’Anna il 24 e il 25 settembre presenterà a Bruxelles le indicazioni delle linee guida europee sulla “regolazione” della tecnologia per garantirne lo sviluppo in conformità con i valori democratici

RoboLaw

RoboLaw

Robotica, arrivano le prime indicazioni etiche e giuridiche sull’utilizzo di veicoli autonomi, protesi, esoscheletri, sistemi chirurgici e per l’assistenza personale

Le applicazioni robotiche saranno sempre più diffuse, lo sviluppo tecnologico non si arresterà e, dinanzi a questi cambiamenti la cui portata avrà un impatto rilevante sulla società, si sente la necessità di raccomandazioni di carattere etico e giuridico, come quelle arrivate dal progetto RoboLaw (FP7-Science in Society) coordinato da Erica Palmerini, docente di diritto privato alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e sviluppato anche presso gli Istituti Dirpolis (Diritto, Politica, Sviluppo) e di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna. Il “diritto della robotica” diventa quindi più concreto – grazie al progetto RoboLaw appena concluso – e i cui risultati saranno presentati da Erica Palmerini e da Andrea Bertolini, assegnista del Sant’Anna, giovedì 25 settembre presso la Commissione Europea, a Bruxelles. Il documento, su cui verterà la presentazione, è il prodotto finale della ricerca condotta per il progetto RoboLaw. Le linee guida contengono raccomandazioni di tipo etico e giuridico per “regolare” l’uso di applicazioni robotiche come veicoli autonomi, robot chirurgici, protesi, esoscheletri, robot companions, cioè robot usati soprattutto per l’assistenza personale.

Questo del 25 settembre non sarà l’unico impegno della missione a Bruxelles per Erica Palmerini (nel 2013 fu l’unica italiana a ricevere, proprio per RoboLaw, l’“Oscar della tecnologia, a New York) e per Andrea Bertolini, i quali avranno occasione di presentare anche le  Guidelines on regultating robotics”, linee guida per la regolazione della robotica. Il 24 settembre, infatti, Palmerini e Bartolini davanti ai parlamentari e ai funzionari della commissione Juri del Parlamento europeo, competente per gli affari giuridici e legislativi, terranno il seminario “Upcoming issues of EU law”.

In quella sede affronteranno i problemi posti dalla regolazione della tecnologia soffermandosi sui profili di responsabilità, standardizzazione tecnologica e disciplina, offrendo indicazioni su come l’Unione europea potrebbe intervenire per favorire lo sviluppo di alcune applicazioni e del relativo mercato in conformità con i valori democratici fondamentali che la caratterizzano.

Google+
© Riproduzione Riservata